Almo Nature, la società italiana di pet food che da gennaio 2018 ha scelto di destinare tutti i profitti derivanti dalla vendita dei propri prodotti alla Fondazione Capellino per realizzare progetti di filantropia in favore dei cani, dei gatti e della natura.
La situazione di emergenza che stanno vivendo i 700 cani ospitati presso il Canile-Centro Cinofilo Santa Lucia di Cellole è diventata insostenibile.
La novità di questi giorni è che Almo Nature-Fondazione Capellino ha donato alla struttura 10 tonnellate di alimenti per cani per alleviare l’imminente urgenza e nutrire i 700 cani del canile che stavano rischiando di morire di fame.
Ma la donazione alimentare rappresenta solo un primo step del progetto: Almo Nature/Fondazione Capellino è all’opera affinché venga garantito il benessere e la salute di tutti i compagni animali, facilitandone anche una rapida adozione in famiglia. Il tutto lavorando a stretto contatto con la Lega Nazionale per la Difesa del Cane e Animalisti Italiani Onlus e sollecitando il coinvolgimento di tutti i protagonisti interessati sul territorio a partire dalle istituzioni competenti.
Oggi che il canile-centro cinofilo di Santa Lucia di Cellole e i suoi 700 cani si trovano in una situazione di grave emergenza, con un mese e mezzo di autonomia alimentare e personale al minimo, è necessaria una presa di coscienza collettiva e una rapida risposta dal territorio per far fronte a questa situazione e consentire alla struttura di continuare a svolgere il ruolo di strumento essenziale alla lotta al randagismo che le istituzioni locali e lo Stato stesso gli hanno affidato.
Per adottare uno dei 700 cani in difficoltà è possibile rivolgersi al Centro Cinofilo Santa Lucia di Cellole

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati