Inchiesta sulla morte del 25enne di Somma Vesuviana lungo la Statale 268

Potrebbe essere stata l’alta velocità la causa dell’incidente costato la vita al 25enne di Somma Vesuviana, Giovanni Fago nella serata di ieri. La polizia stradale, giunta sul posto insieme con un ambulanza, ha effettuato tutti i rilievi che poi confluiranno nel rapporto che sarà inviato alla Procura di Nola che procede nell’inchiesta. Lo schianto è avvenuto all’altezza del chilometro 1.800 della strada statale 268 cosiddetta del Vesuvio, all’interno del territorio comunale di Pollena Trocchia. È un tratto della Statale considerato meno a rischio di altri e lungo il quale non a caso non sono installati autovelox per il rilevamento della velocità. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori c’è proprio la velocità del mezzo. Si sta cercando di stabilire se possa essere stata questa la causa dell’incidente. È possibile che la moto del 25enne possa aver perso aderenza con l’asfalto proprio per questa ragione. Ma al momento è solo un’ipotesi che è ancora tutta da verificare. Non risultabo coinvolte altre auto nell’incidente. La polizia ha anche visto le immagini delle telecamere che si trovano lungo la statale.  A Somma vesuviana, città nella quale Giovanni era molto conosciuto, si piange l’ennesima vittima della statale-killer. Decine i commenti di amici e parenti sulla pagina facebook che lo ricordano.

 

Contenuti Sponsorizzati