insigne, Insigne scrive la sua storia: ‘Preferivo Ronaldo, Maradona perdonami’


Le scarpe di Ronaldo e le scuse a Maradona. Lorenzo Insigne affida oggi a The Player’s Tribune, sito di microblogging per sportivi professionisti, il racconto firmato di suo pugno della storia dei suoi inizi nel mondo del calcio. Una storia fatta di rifiuti, racconta Insigne, tutti con la stessa motivazione “mi dicevano che ero troppo basso”. Ma che comincia soprattutto con un paio di scarpette che Lorenzo chiede al padre di comprargli dopo essere stato ammesso in una scuola calcio: “La mia famiglia – scrive Insigne – ha origini molto umili. Frattamaggiore, il piccolo comune nel quale sono cresciuto, era un posto con tanti problemi: in quegli anni non c’era niente, non c’era lavoro e la mia famiglia non aveva tanti soldi per tirare avanti, quindi era praticamente impossibile poter comprare delle scarpe costose. Inoltre io volevo un paio di scarpe in particolare: le R9. Erano le scarpe del Fenomeno, Ronaldo. Ve le ricordate? Di colore argento, blu e giallo. Una vera icona: Ronaldo aveva appena giocato il Mondiale del ’98 in Francia con quelle scarpe e io non parlavo d’altro. Dicevo ogni giorno: ‘Papa’, per favore, ti prego, prendimi le scarpe di Ronaldo'”. Insigne racconta di come il padre volesse comprargli delle semplici scarpette nere come quelle che indossava Maradona negli anni Ottanta: “Ma io non lo avevo visto giocare – scrive Insigne – ero troppo piccolo e gli rispondevo: ‘No papa’, non hai capito. Ronaldo e’ il migliore’. Mi dispiace papa’! Mi dispiace Diego!”, scrive Insigne che infatti inizia il post scrivendo “Prima di cominciare questa storia devo chiedere perdono a Dio. Per Dio, intendo “D10S”, Diego Armando Maradona. E voglio chiedere perdono anche a mio padre”. “Ogni volta che indosso la maglia del NAPOLI al San Paolo – conclude Insigne – mi viene la pelle d’oca. Perche’ so cosa significa per la mia famiglia, e ripenso a tutto quello che ha sacrificato mio padre negli anni per tirare avanti e per permettermi di coltivare questa passione. Non so cosa abbia dovuto fare per avere i soldi per comprare le mie prime scarpe, ma so che e’ stato faticoso. Quel sacrificio ha dato inizio a questo sogno. E ora posso scendere in campo nella mia citta’ e mi vengono i brividi perche’ penso: “Qui ha giocato il piu’ grande giocatore della storia. Qui e’ dove ha giocato Maradona. Con tutto il dovuto rispetto, caro Ronaldo, adesso che sono piu’ grande e che conosco la mia storia, devo pentirmi e devo dire che Maradona e’ il piu’ grande giocatore che sia mai esistito. Ronaldo, avevi delle scarpe meravigliose. Eri il Fenomeno. Eri la mia ispirazione. Ma io sono napoletano, qui c’e’ un solo re. E il suo nome e’ Diego Armando Maradona”.

LEGGI ANCHE  Frana Amalfi: necessari 90 giorni per i lavori



Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Covid, cresce il tasso di positività in Italia: oggi al 6,6%

I nuovi casi oggi sono 23.641 mentre le vittime sono 307. Sono invece 13.984 i nuovi guariti
Leggi tutto

Napoli, controlli ai Decumani: chiuso un bar

I controlli in piazza San Giovanni Maggiore, largo Girolamo Giusso, largo Banchi Nuovi, via Mezzocannone
Leggi tutto

Covid, altri 2843 nuovi casi in Campania

La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari a 11,13%. Precisazione sulla zona rossa
Leggi tutto

Scafati, barman muore di covid a 39 anni

Luigi Barbaro è morto nell'ospedale di Ariana Irpino. A Scafati non c'è posto e da giorni c'è la fila delle...
Leggi tutto

Confesercenti Campania: ‘Senza sostegno zona rossa è colpo mortale’

Vincenzo Schiavo: "Un colpo mortale per le aziende se non ci saranno immediati sostegni"
Leggi tutto

Controlli a Licola: decine di persone identificate e multate

Operazione dei carabinieri della compagnia di Pozzuoli
Leggi tutto

Caserta, rifiuti dati alle fiamme all’ingresso del Duomo, danneggiate le mura della chiesa

Borrelli: "Il Duomo di Caserta usato come inceneritore è un comportamento criminale che va punito, si faccia luce sui responsabili."
Leggi tutto

Controlli interforze a Chiaia, un parcheggiatore abusivo denunciato

Controllate anche 15 autovetture e 3 motocicli
Leggi tutto

Al Duomo di Salerno, commemorazione in ricordo del dottor Giovanni Palatucci

Giovanni Palatucci, penultimo Questore della città di Fiume italiana, che, dal novembre del 1937, salvò dalla deportazione migliaia di perseguitati,...
Leggi tutto

Interrogazione parlamentare su ospedale unico in Penisola Sorrentina

Carmen Di Lauro (M5s): 'Rivedere il progetto'. L'ospedale dovrebbe sorgere a Sant'Agnello
Leggi tutto

Napoli, vende profumi in un basso a Poggioreale: denunciato

I poliziotti hanno scoperto un vero e proprio “negozio” allestito con scaffali, espositori, e 520 confezioni di profumi di noti...
Leggi tutto

Napoli, gente in strada ma senza criticità

Sul Lungomare più auto che pedoni. Più affollate invece le strade dello shopping come via Toledo e la zona del...
Leggi tutto

La Regione Campania dà l’ok al vaccino per i giornalisti

La comunicazione del presidente dell'Ordine, Ottavio Lucarelli
Leggi tutto

Omicidio Cerciello Rega: chiesto l’ergastolo per i due americani

Il vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega è stato ucciso la notte tra il 25 ed il 26 luglio del...
Leggi tutto

Napoli, controlli al quartiere Mercato: oltre 100 identificati

Multe e sequestri da parte della polizia nel corso dell'operazione Alto Impatto
Leggi tutto

Napoli, si ferma Bakayoko. Col Bologna Demme titolare

Lozano ha fatto terapie e lavoro personalizzato in campo. Per Petagna terapie e lavoro personalizzato in palestra
Leggi tutto

Napoli, scontro tra auto e moto a Scampia: 2 morti

L'incidente in via Ghisleri. Le due vittime viaggiavano su uno scooter
Leggi tutto

Picchiato dai suoi datori di lavoro: arrestati in 3

E' accaduto a Sant'Antonio Abate. L'uomo era stato accusato ingiustamente del furto di 100 forme di Parmigiano Reggiano
Leggi tutto

Anestesista-rianimatore del Cotugno: ‘Assistenza non garantita, subito un lockdown’

Il primo cittadino di Calvi Risorta, Giovanni Lombardi lancia l'allarme: "Pazienti critici lasciati senza letto, è un dramma"
Leggi tutto

Operazione terra dei Fuochi a Marano: 1 denunciato

In azione esercito e Polizia municipale: sequestrata un'area di 300 metri quadrati
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..