Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Movida violenta ad Aversa: migrante esplode colpi in aria a salve

Pubblicità'

Pubblicato

il

Movida violenta ad Aversa: migrante esplode colpi in aria a salve


Pubblicità'

Aversa. Un altro weekend movimentato per le forze dell’ordine, questa volta con risvolti ancora più gravi del solito tanto da vedere l’intervento della politica che chiede la convocazione del comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico nella città normanna.
Sabato, intorno a mezzanotte, degli extracomunitari hanno iniziato a litigare, esplodendo anche colpi di arma da fuoco, come raccontano testimoni. I militari dell’arma non hanno ritrovato bossoli quindi si tratterebbe di colpi esplosi a salve. Nel weekend centinaia di giovani si riversano tra le strade del centro città, consumano alcol, spesso anche ragazzi minorenni, fanno uso di sostanze stupefacenti, così come riportato dai numerosi fermi delle forze dell’ordine, creando non pochi problemi ai tanti abitanti.
L’altra sera, invece, quattro giovani sono scesi da una vettura ed hanno devastato le auto parcheggiate nei pressi di un condominio. L’hanno fatto semplicemente per il gusto di distruggere. Poi sono scappati via, facendo perdere le loro tracce. Questi casi hanno fatto intervenire la politica, così quattro consiglieri comunali del Partito Democratico Marco Villano, Paolo Santulli, Elena Caterino e Alfonso Golia) in una nota, nella serata di ieri, hanno dichiarato: «Siamo preoccupati – dicono – per le notizie che apprendiamo relativamente a quanto avvenuto in piazzetta Lucatelli. Ancora una volta la malamovida sale agli onori della cronaca».
«Chiediamo provvedimenti urgenti perché fino ad oggi si sono fatte solo tante chiacchiere. Chiediamo al prefetto di convocare subito un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica con l’obiettivo di garantire più forze dell’ordine in strada durante il fine settimana. Dobbiamo garantire la sicurezza dei residenti, degli imprenditori e anche dei tanti che vogliono soltanto passare qualche ora di svago in città».

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Covid: positive 9 persone al comando dei vigili urbani di Castel Volturno

Pubblicato

il

covid vigili urbani castel volturno

Castel Volturno. Un piccolo focolaio di Covid sarebbe scoppiato nel comando di polizia locale dei vigili urbani di Castel Volturno.

Lo stesso comandante Domenico De Simone ha confermato la notizia comunicando la situazione in corso presso la postazione di polizia locale.

Su un organico di 11 agenti, 9 persone sono risultate positive al covid 19. Ecco il messaggio pubblicato nella giornata di ieri:

“Al termine di un 2020 drammaticamente impegnativo, è arrivata anche la positività al Covid. Positività che condivido con ben 8 colleghi su 11. Questa fase comporterà un inevitabile disagio per la collettività, e di questo ce ne scusiamo, ma vi prometto che ritorneremo presto, per intraprendere quel percorso di ritorno alla ‘normalità’ che mi sono prefissato all’atto della mia nomina, perché noi non ci fermiamo” ha dichiarato il comandante

Continua a leggere

Caserta e Provincia

Il vescovo di Teano guarito dal covid lascia l’ospedale e torna a casa

Pubblicato

il

vescovo di teano
foto di repertorio

Il peggio è passato. Il vescovo della Diocesi Teano-Calvi Giacomo Cirulli ha lasciato giovedì pomeriggio, poco dopo le ore 17, l’ospedale Gemelli di Roma, dove è rimasto ricoverato per una decina di giorni a causa del peggioramento delle condizioni causate dal contagio da Covid-19.

Ma il vescovo non tornerà subito in Diocesi, come egli stesso ha confermato: “Sono clinicamente guarito e negativo. Ora ho bisogno di una buona convalescenza in sicurezza. Per questo sono con mio fratello e raggiungerò il luogo della mia residenza, in famiglia. Starò lì fin quando le mie condizioni di salute non ritorneranno buone”.

Il capo della Diocesi Teano-Calvi ha voluto ringraziare i fedeli “delle vostre preghiere e dell’affetto che mi hanno abbracciato in questo momento durissimo della mia vita. Ringraziamo sempre il Signore per la sua eterna misericordia. E preghiamo per la nostra Santa Chiesa Diocesana. È per Essa che offro questa mia povera sofferenza, per la sua santità e bellezza”

Continua a leggere

Le Notizie più lette