Terra dei Fuochi: dubbi del vescovo di Acerra sulle bonifiche, Prefetto di Napoli promette dialogo e misure concrete

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il vescovo di Acerra, monsignor Antonio Di Donna, ha espresso pessimismo sulla possibilità di bonifiche nella Terra dei Fuochi durante un incontro con le autorità locali per discutere il tema.

“Il tema delle bonifiche è molto aspro, non só cosa sarà fatto, ma credo che sarà difficile che qui saranno fatte,” ha dichiarato Di Donna. “Vorrei essere più ottimista sulle bonifiche, ma almeno da questo incontro è emersa soprattutto la volontà chiara, espressa dal Prefetto di Napoli, di far dialogare tra loro le istituzioni perché non sempre c’è un dialogo soprattutto sul tema del contrasto alle terre dei fuochi.”

Il prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha invece promesso un impegno concreto per affrontare il problema:

    “Siamo qui per parlare di una delle tante ‘terre dei fuochi’ d’Italia. C’è stata un’interlocuzione con tutti i soggetti coinvolti per la prevenzione e per la repressione di questo fenomeno deprecabile che attenta alla salute dei cittadini e, soprattutto, abbiamo parlato delle prospettive di azioni comuni da realizzare a breve.”

    Di Bari ha annunciato la creazione di tavoli di lavoro specifici per la prevenzione e la repressione dei roghi tossici e dello sversamento illecito di rifiuti. I comuni avranno inoltre la possibilità di destinare agenti della polizia locale a queste attività con ore di straordinario aggiuntive.

    L’incontro ha visto la partecipazione di diverse figure istituzionali, tra cui il prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, la deputata del M5S Carmela Auriemma, i sindaci di Acerra e Giugliano, esponenti delle forze dell’ordine e rappresentanti di associazioni locali.

    Nonostante le preoccupazioni del vescovo Di Donna, l’impegno del prefetto di Napoli e la collaborazione tra le diverse istituzioni rappresentano un passo importante nella lotta contro l’inquinamento nella Terra dei Fuochi.

    Resta da vedere se le misure concrete promesse da Di Bari saranno effettivamente attuate e se riusciranno a portare a una bonifica del territorio.



    LIVE NEWS

    Incidente a Scampia: 16enne muore schiantandosi con la moto

    Incidente a Scampia: 16enne muore in un tragico incidente...
    DALLA HOME

    Spettacolo di Peppe Iodice al Maradona, divieto di vendita di bevande nell’area stadio

    In occasione degli spettacoli del comico Peppe Iodice, previsto per il 30 maggio, e del concerto del cantante Fiorellino, in programma il 31 maggio presso lo stadio Maradona, è stato imposto un divieto di vendita di bevande in contenitori rigidi come bottiglie, lattine, vetro, plastica rigida e tetrapak. Il divieto...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE