IL FATTO

Caso Pellini, depositate motivazioni della sentenza in Cassazione

SULLO STESSO ARGOMENTO

Lo scorso aprile, la Corte di Cassazione ha reso note le motivazioni che hanno portato alla restituzione dei beni agli imprenditori Pellini di Acerra, Napoli, per decorrenza dei termini. Tuttavia, il verdetto non ha chiuso il caso, lasciando spazio a possibili sviluppi futuri. Secondo quanto riportato dalle motivazioni della Corte, la decisione di restituire i beni è stata presa per vizio formale, senza che si sia arrivati a una valutazione sul merito della questione.

Questo ha aperto la porta a nuove azioni legali e confische dei beni nel futuro, come sottolineato dagli ambientalisti del territorio. Le associazioni ambientaliste, da anni impegnate nella lotta per la bonifica dei territori inquinati, hanno accolto con favore le parole della Corte di Cassazione. Alessandro Cannavacciuolo, storico ambientalista di Acerra, ha espresso fiducia nelle possibilità di un nuovo provvedimento di sequestro dei beni dei fratelli Pellini.

“Le motivazioni espresse dalla Suprema Corte di Cassazione sono fonte di luce e di speranza per la nostra terra”, ha dichiarato Cannavacciuolo. “La battaglia che stiamo portando avanti è più che fondata. Gli Ermellini hanno tracciato chiaramente la strada per un nuovo provvedimento di sequestro, e siamo fiduciosi nel lavoro del procuratore di Napoli, Nicola Gratteri, e del tribunale locale.”

Cannavacciuolo ha ribadito l’importanza di agire rapidamente per proteggere l’ambiente e garantire una giustizia equa. “La nostra terra non può più attendere”, ha affermato. “Credo che ci siano tutti i presupposti per emettere un nuovo provvedimento di sequestro, che possa interessare ulteriori beni nella disponibilità degli imprenditori condannati per disastro ambientale aggravato.”



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


telegram

Mare di Coroglio e Nisida inquinato: sversamento dal collettore fognario, il Parco della Gaiola denuncia

Un'ennesima macchia marrone e maleodorante galleggia nel mare tra Coroglio e Nisida, a causa di uno sversamento dal collettore fognario locale. L'eccesso di acqua da un acquazzone ha causato il sovraccarico del troppopieno della vasca di trattamento, riversando i liquami in mare senza depurazione. Si tratta di un problema ricorrente, già...

Superenalotto, il jackpot arriva a 24,1milioni di euro. Tutte le quote

Nessun '6' né '5+1' all'estrazione del Superenalotto di oggi. Realizzati tre '5' che vincono 65.544 euro ciascuno. Il jackpot per il prossimo concorso sale a 24,1 milioni di euro. Combinazione Vincente 2, 20, 31, 48, 58, 59 Numero Jolly: 46 Numero Superstar: 30 Queste le quote del Concorso Superenalotto/Superstar n.79...

CRONACA NAPOLI