ULTIME CALCIOMERCATO

Napoli post scudetto: dopo il crollo punta a finire bene la stagione

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ricordiamo tutti la bellezza della città durante le settimane pre-scudetto e i festeggiamenti: l’entusiasmo era altissimo, persino tantissimi turisti venivano a omaggiare la grande impresa di una delle squadre di calcio di Serie A più amate ma cos’è successo al Napoli? Dopo la conquista a fine campionato 2023, sembra che un lento declino abbia riguardato i campioni azzurri e sicuramente il cambio del terzo allenatore in poco tempo non ha favorito l’equilibrio e il successo. In un clima di incertezza, con ancora 4 giornate da giocare si punta a finire al meglio, come dichiarato di Giovanni Di Lorenzo ai microfoni di Sky.

PUBBLICITA

Le dichiarazioni di Giovanni Di Lorenzo sulle aspettative

 Prima della recente partita con la Roma, il terzino del Napoli ha rilasciato un’intervista con qualche dichiarazione in cui spiegava chiaramente che gli obiettivi iniziali della squadra erano altri e molto più ambiziosi, ma alla luce delle poche giornate rimanenti, si punta a finire al meglio la stagione cercando di arrivare in Europa. Un team che non si arrende e, proprio come dichiarato mantiene “testa alla gara per fare il massimo da qui alla fine”.

La “maledizione” dello scudetto

Cosa è successo al Napoli? Questa è una delle domande che riecheggia sui Social e in modo particolare su Twitter. La squadra, dopo aver conquistato lo scudetto, sembra essersi spenta o forse ne ha accusato eccessivamente il colpo.

I numeri sono oggettivi e non si possono ignorare: l’inizio del campionato non è stato dei migliori, basti pensare alle prime quindici giornate di Serie A dove la partenza di Osimhen e dei compagni è stata giudicata la peggiore di sempre da parte dei vincitori di un campionato del Ventunesimo secolo.

Gli esordi l’hanno fatta definire una delle peggiori tra le scudettate, segnando persino un -17fin dalle prime settimane. I tifosi hanno provato a incolpare l’Addio di Spalletti ma siamo sicuri sia  proprio questo fatto? La squadra è pressoché la stessa dello scorso anno e sui social sono iniziati i meme in cui si allude che l’effetto pancia piena abbia colpito i giocatori.

    A Gennaio 2024 il Girone era da dimenticare: il Napoli è risultato 22 punti sotto rispetto all’anno precedente, ottenendo una media di 1,47 a partita. I commentatori sportivi di Sky hanno definito la squadra di Mazzarri il “secondo peggior rendimento di sempre di una squadra campione in carica”.

    L’entusiasmo dei cori “vinceremo il tricolore” si è spento nei primi dieci mesi, arrivando a mostrare la peggior versione della squadra dagli esordi di questo campionato.

    Con Mazzarri alla guida anche peggio di Garcia

    Se il Napoli di Garcia non ha convinto, quello di Mazzarri è stato definito persino nettamente peggio. C’è persino chi l’ha paragonato al flop di Gattuso del 2019-2020 o quello di Donadoni del 2009-2010. Se si pensa a come il popolo sia stato sovrano nell’esonerare Garcia, Ancelotti e Donadoni ci si chiede perché la squadra non abbia ancora preso una posizione netta.

    I numeri collegati direttamente al tecnico toscano sono estremamente negativi, soprattutto se paragonati a quelli non entusiasmanti di Garcia. Il presidente De Laurentiis, ha dichiarato di non aver pensato a un ribaltone pensando persino di prendersi la responsabilità di questa stagione. Ma poi spunta il terzo nome: quello di Francesco Calzona, il terzo allenatore che subentra dopo gli insuccessi dei due precedenti.

    I tifosi si consolano giocando

    Se la propria squadra del cuore sembra non dare soddisfazione, i tifosi non hanno smesso di sperare o almeno di provare a divertirsi. Se in campo, gli Azzurri non regalano grandi emozioni, gli appassionati di calcio provano a seguire le ultime partite con più entusiasmo provando a ipotizzare i vincitori, soprattutto seguendo quanto raccontato dai Bookie.

    Se sembrano non esserci grandi speranze di vincita per il Napoli, avendo alcune previsioni non estremamente favorevoli e quote che parlano chiaro, c’è la possibilità comunque di giocare scommettendo su chi farà goal, chi perderà e tanti altri fattori come a esempio se ci saranno cartellini gialli, esoneri, infortuni ecc…

    Il mondo delle scommesse è davvero ricco di possibilità e anche con pochissimi euro ci si può inserire nel mondo del betting sportivo. Ti piacerebbe ma non lo hai mai fatto? Alcuni portali danno modo di provare a divertirsi avendo accesso a promozioni esclusive, per esempio in questo portale trovi l’elenco dei migliori bonus benvenuto con tanto di comparazione e benefit in evidenza.

    Quante partite mancano: gli obiettivi di fine campionato

    Se il Campionato di Serie A sembra aver messo ormai a repentaglio il successo del Napoli, la situazione è diversa per le competizioni europee. Qui la lotta per un posto è ancora aperta e la squadra degli Azzurri è intenzionata a non mollare.

    Calzona ha rilasciato una dichiarazione: “il Napoli deve credere nell’Europa”. E ha proseguito invitando il team a giocarsela per dare un senso al finale di stagione, nonostante il quadro piuttosto drammatico. L’obiettivo del Napoli è raggiungere l’Europa League.

    Se dal 28 aprile è stato chiaro per tutti che il Napoli non ha più potuto puntare al quarto posto dopo il pareggio contro la Roma c’è ancora la possibilità di arrivare in Champions League poiché la Serie A gareggerà con 5 squadre. A causa del -9 dalla Roma però, anche questa possibilità è andata.

    L’unica speranza? Che Atalanta o Roma vincano l’Europa League, solo in quel modo anche la sesta classificata potrà partecipare.


    Torna alla Home

    ALTRE NOTIZIE SUL NAPOLI

    Prossima Partita

    Classifica

    ULTIME NOTIZIE

    Ultime Notizie