Legambiente denuncia il caos nel trasporto pubblico in Campania

SULLO STESSO ARGOMENTO

“È inaccettabile la situazione che devono subire quotidianamente i pendolari della nostra regione”, afferma Legambiente. “Chiediamo un tavolo di responsabilità con tutte le parti coinvolte”.

PUBBLICITA

Legambiente evidenzia i gravi disservizi subiti dai pendolari campani: ritardi, cancellazioni, stazioni abbandonate, insicurezza, inaccessibilità per disabili e assenza di informazioni e comunicazione adeguate.

“Questi disservizi hanno un impatto economico e sulla salute dei cittadini”,

sottolinea Legambiente, citando i dati dell’Osservatorio Stili di Mobilità di Legambiente e Ispos. Napoli risulta la città più colpita, con il 34% dei cittadini che ha rinunciato a opportunità di lavoro, il 29% a visite mediche e il 19% a opportunità di studio nell’ultimo anno.

Legambiente chiede un tavolo di confronto attivo e concreto, evitando “appuntamenti in cui si comunicano decisioni già prese”.

Antonio Gallozzi, di Legambiente Campania, denuncia il caos del trasporto pubblico, evidenziando la situazione della storica linea Napoli-Salerno, interrotta da gennaio 2024, e le continue interruzioni della metropolitana di Napoli.

“Non è accettabile privilegiare i viaggiatori diretti a Sorrento a scapito di quelli diretti ad altre destinazioni”, afferma Gallozzi. “Chiediamo ai sindaci di far valere i diritti costituzionali di libera circolazione dei cittadini”.


CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


DALLA HOME


CRONACA NAPOLI

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE