L’evoluzione delle lotterie italiane e il loro rapporto con i casinò

L'Italia è un Paese con un ricco patrimonio storico...

Funerale Gaetano Di Vaio, in chiesa a Napoli si canta “Bella ciao”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Una grande folla ha partecipato commossa ai funerali di Gaetano Di Vaio, produttore, attore e regista scomparso la settimana scorsa all’età di 56 anni dopo un incidente in scooter. La cerimonia si è svolta nella chiesa di San Ferdinando in piazza Trieste e Trento a Napoli.

PUBBLICITA

Innumerevoli amici, colleghi e personalità del mondo del cinema e dello spettacolo hanno voluto dare l’ultimo saluto a Di Vaio, figura amata e stimata per la sua passione per l’arte e il suo impegno sociale.

Tra i presenti, i registi Mario Martone (“Sono qui per inchinarmi alla sua figura di artista”), Carlo Luglio (“Ha avuto un percorso di riscatto dall’infanzia disagiata al carcere, fino alla nuova vita conquistata grazie alla cultura e all’impegno sociale”), Leonardo di Costanzo, gli sceneggiatori Maurizio Braucci e Ippolita Di Majo, i musicisti Nino D’Angelo, Franco Ricciardi, Eugenio Bennato ed Enzo Gragnaniello, gli attori Francesco Di Leva, Salvatore Striano, Ernesto Maieux, Marco Mario de Notaris e Peppe Iodice, i produttori Angelo Curti, Luciano Stella e Antonella Di Nocera.

Anche la Film Commission e il Teatro Mercadante

Presenti anche la presidente della Film Commission regionale Titta Fiore e il direttore Maurizio Gemma, il critico Valerio Caprara, Mimmo Basso per il Teatro Nazionale Mercadante, lo scenografo Renato Lori, i fotografi Mario Spada e Gianni Fiorito, e l’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Un ultimo saluto con la musica

Al termine della funzione, un gruppo di musicisti ha intonato canti popolari e suonato tammorre, accompagnando l’ultimo saluto a Di Vaio sulle note di “Bella ciao”. Sul feretro, una bandiera del calcio Napoli e i suoi occhiali da sole.

La casa di produzione fondata da Di Vaio, “Figli del Bronx”, ha raccolto le condoglianze dei familiari, di tante associazioni napoletane, collaboratori ed esponenti della società civile cittadina, nella chiesa “degli artisti”.

Gaetano Di Vaio lascia un’eredità importante nel mondo del cinema e della cultura napoletana. La sua figura di artista appassionato e impegnato continuerà a ispirare le nuove generazioni.

@riproduzione riservata


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE