Napoli, la rabbia dei tifosi. De Laurentiis chiamato a rifondare la squadra

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli affonda nella delusione dopo la sconfitta casalinga contro l’Empoli. L’amarezza per un anno senza successi dopo lo scudetto è profonda, e l’atteggiamento svogliato di Osimhen e compagni ha fatto guadagnare loro l’indifferenza di una città che solo 12 mesi fa festeggiava il titolo fino a tarda notte.

PUBBLICITA

La disillusione colpisce ogni reparto della squadra, che nemmeno il terzo allenatore stagionale, Calzona, è riuscito a risvegliare. I numeri parlano chiaro: nelle ultime sei partite il Napoli ha vinto solo a Monza, perdendo contro Atalanta ed Empoli e pareggiando con Torino, Inter e Frosinone. Sei punti in altrettante gare, un ritmo da retrocessione che esclude qualsiasi ambizione europea.

Ieri a Empoli era presente anche Aurelio De Laurentiis, che ha assistito dalla tribuna alla disfatta della sua squadra. Il presidente è sceso negli spogliatoi all’intervallo per cercare di scuotere i giocatori, ma senza successo. A seguirlo c’erano anche 4.000 tifosi azzurri, sempre fedeli alla maglia, ma ora rassegnati a una stagione fallimentare.

Le ultime cinque giornate di campionato si prospettano buie, con la voce, poi smentita, di un possibile ritiro forzato per i giocatori. L’obiettivo minimo è concludere la stagione con dignità, per poi voltare pagina e ricostruire la squadra.

Il primo passo verso il rinnovamento è già stato compiuto con l’arrivo del ds Giovanni Manna. Ora spetterà a De Laurentiis scegliere il nuovo allenatore, con tre nomi in pole position: Italiano (Fiorentina), Gasperini (Atalanta) e Pioli (Milan). Restano in gioco anche Montella, ct della Turchia, e il sogno, forse irrealizzabile, di Antonio Conte.

     Martedì incontro a Roma per il nuovo stadio

    Oltre alla squadra, De Laurentiis guarda anche al futuro dello stadio. Martedì sarà a Roma per un incontro a Palazzo Chigi per discutere la sua richiesta di costruire un nuovo stadio a Bagnoli, progetto osteggiato dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

    Alla riunione parteciperanno anche i rappresentanti di Invitalia, che stanno lavorando all’ex area Italsider, e il ministro per il Sud e la coesione Raffaele Fitto. De Laurentiis presenterà il suo progetto di uno stadio all’avanguardia, in grado di ospitare gli Europei 2032 e di dotare il club di un nuovo e moderno centro sportivo.

    La strada per la rinascita del Napoli è lunga e tortuosa, ma De Laurentiis sembra determinato a riportare il club ai fasti di un tempo. Il tempo dirà se le sue scelte saranno le giuste, ma una cosa è certa: la passione dei tifosi azzurri non verrà mai meno.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    LEGGI ANCHE

    Prossima Partita

    Classifica

    IN PRIMO PIANO

    Ultime Notizie