Mondragone, pusher ucciso perché non pagava il pizzo al clan: arrestato uno dei killer

SULLO STESSO ARGOMENTO

Questa mattina, i carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli.

Il provvedimento è scaturito da approfondite indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, ed è rivolto a un sospettato di coinvolgimento in un omicidio aggravato in concorso e associazione mafiosa avvenuto a Mondragone nel 2003.

In seguito alla tragica morte di Giuseppe Mancone, avvenuta per mano armata, le indagini iniziali avevano portato all’identificazione degli esecutori materiali del delitto. Tuttavia, grazie alle testimonianze di collaboratori di giustizia emerse in seguito, è stato possibile individuare il presunto mandante e chiarire le dinamiche criminali che hanno portato all’omicidio.



    Si è scoperto che l’assassinio sarebbe stato motivato dal rifiuto della vittima di pagare un consistente tributo legato al traffico di stupefacenti gestito dall’organizzazione criminale “Fragnoli-La Torre”.

    L’operazione è stata condotta con successo grazie alla collaborazione tra le forze dell’ordine e ha portato all’arresto del presunto affiliato al clan di Mondragone, con il coinvolgimento anche di membri del Clan “Birra” di Ercolano, con cui i responsabili avevano stretto un’alleanza.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Nocera Superiore, pusher arrestato con crack e cocaina

    Ancora un arresto eccellente per la Guardia di Finanza di Salerno nell'ambito delle attività di controllo del territorio. I finanzieri della Compagnia di Cava de' Tirreni hanno infatti arrestato un noto pusher a Nocera Superiore. L'operazione è avvenuta nei giorni scorsi. I militari, a seguito di un'attenta attività di monitoraggio,...

    Napoli, al Cardarelli espiantato il cuore a un paziente di 75 anni

    L'ospedale Cardarelli, in occasione della giornata nazionale per la donazione degli organi, ha annunciato di aver espiantato il cuore di un paziente settantacinquenne per trapiantarlo con successo in un uomo cinquantenne in lista d'attesa. Questo eccezionale trapianto si è distinto per la generosità della famiglia del donatore e per l'abilità...

    Villa Literno, ai domiciliari scappa per spacciare cocaina: arrestato

    Era sotto regime di arresti domiciliari per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti e aveva il permesso di recarsi al lavoro presso un'azienda agricola locale dal lunedì al sabato, dalle 07:30 alle 16:30, previa notifica giornaliera ai Carabinieri. Come di consueto, anche ieri mattina il 46enne di Villa Literno,...

    Secondigliano, aggredisce e minaccia la moglie con un palo di ferro: arrestato

    Napoli - Un uomo di 48 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Secondigliano per maltrattamenti in famiglia. L'uomo ha aggredito e minacciato la moglie con un palo di ferro, sfondando anche la porta di ingresso della loro abitazione. L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio. La donna, in forte...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE