Torre del Greco, faceva prostituire la compagna e mamma di suo figlio: arrestato

SULLO STESSO ARGOMENTO

Costringeva la propria compagna a subire violenze fisiche, verbali e sessuali anche davanti al figlioletto di appena un anno ma addirittura l’aveva costretta a prostituirsi e finanche a guardare mentre lui faceva sesso con altre donne.

La donna, una 21enbne di Torre del Greco, ha trovato il coraggio di denunciare e fare arrestare l’uomo che le aveva reso la vita un inferno.

I Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco hanno arrestato stamane un uomo gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona, induzione e sfruttamento della prostituzione, commessi nei confronti della compagna convivente, in alcuni casi anche alla presenza del figlio minore della donna, di appena 1 anno.



    Il provvedimento è stato emesso all’esito di un’articolata attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata e svolta dai Carabinieri della Stazione di Torre del Greco Capoluogo, originata dalla denuncia sporta dalla donna, una 21enne di Torre del Greco.

    La donna, dopo l’ennesimo episodio di maltrattamenti, si è rivolta ai militari dell’Arma per denunciare le violenze fisiche, psicologiche, morali e sessuali che negli ultimi due anni subiva dall’indagato, un uomo di 29 anni, anche alla presenza del figlio minorenne.

    La donna costretta a prostituirsi in un albergo di Boscotrecase

    La coppia negli ultimi mesi ha convissuto in una stanza di albergo a Boscotrecase, che è stata teatro delle varie condotte di violenza che sarebbero state poste in essere dall’uomo, consistenti in offese e ingiurie, spesso accompagnate da aggressioni fisiche.

    Inoltre, la donna ha denunciato di essere stata costretta, in alcuni casi, ad assistere ad atti sessuali che il compagno compiva con altre donne, mentre in una circostanza sarebbe stata obbligata, dal proprio compagno, a prostituirsi in cambio di denaro, che sarebbe stato versato direttamente a quest’ultimo.

    Costretta a guardare mentre lui faceva sesso con altre donne

    Sulla base degli elementi raccolti, ritenuta la sussistenza di un grave quadro indiziario a carico dell’indagato, il GIP ha emesso nei suoi confronti l’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita in data odierna.

    All’esito delle formalità di rito, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

    @riproduzione riservata


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO