Ucciso a Lettere il boss dei narcos dei Monti Lattari: Ciro Gargiulo ‘o biondo

SULLO STESSO ARGOMENTO

Pranzo con il piombo, anzi con i proiettili di fucile per il boss dei narcos dei Monti Lattari, Ciro Gargiulo detto ciruzzo o’ biondo. E’ lui la vittima dell’agguato di camorra  che intorno alle 13 di oggi si è verificato a Lettere sui Monti Lattari.

L’uomo stava rincasando quando è stato oggetto di un agguato in via San Giorgio, la strada che collega i comuni Lettere e Casola.

Gargiulo è considerato un personaggio di primo piano nel mondo del traffico di ‘erba’ dei Monti Lattari. era stato arrestato e poi scarcerato dal Riesame nel maggio del 2017 insieme con il boss  Antonio Di Lorenzo detto o’ lignammone, il figlio e altre 5 persone in provincia de L’Aquila.



Aveva il controllo delle piantagioni di marijuana sui Monti Lattari

Aveva messo in piedi sui monti della Marsica, con alcuni complici locali, una vera e propria piantagione di marijuana. Secondo gli investigatori Di Lorenzo e Gargiulo avevano individuato la zona della Marsica, e in particolare del Fucino, come luogo ideale per delocalizzare la produzione della marijuana, attività da lungo tempo svolta sui Monti Lattari.

I due erano usciti lo scorso anno dal carcere dopo essere stati arrestati nel 2014 nel corso dell’operazione “Secundario” che portò in carcere 17 persone. In quella occasione la Guardia di Finanza scoprì un cartello di cinque clan che si erano alleati per  esportare la droga ma anche per importare la cocaina dal Venezuela, Spagna e Olanda.

@riproduzione riservata

 


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

IN PRIMO PIANO