Caserta, dimessa dall’ospedale, bambina di 7 anni muore il giorno dopo: scatta l’inchiesta

SULLO STESSO ARGOMENTO

La morte improvvisa di Giulia Rosa Natale, una bambina di 8 anni di San Prisco, in provincia di Caserta, ha sconvolto l’intera comunità. I genitori della piccola, distrutti dal dolore, hanno presentato una denuncia querela presso la Procura di Caserta per fare luce sul caso e accertare eventuali responsabilità.

Nella notte tra il 6 e il 7 febbraio, Giulia aveva accusato febbre alta e vomito. I genitori l’hanno portata al pronto soccorso dell’ospedale di Caserta, dove è stata sottoposta ad alcuni accertamenti. Nonostante la febbre persistente e i conati di vomito, la bambina è stata dimessa la mattina successiva.

Nella notte del 7 febbraio, le condizioni di Giulia sono precipitate. I genitori l’hanno nuovamente portata all’ospedale di Caserta, dove è stata intubata e sottoposta ad ulteriori esami. I medici hanno sospettato un diabete o una meningite, ma le sue condizioni sono apparse subito gravi.



    Nel pomeriggio, Giulia è stata trasferita in ambulanza all’ospedale Monaldi di Napoli, ma è morta alle 19.50 del 7 febbraio. Il decesso è stato causato da una miocardite e da un’insufficienza cardiorespiratoria.

     La piccola è morta per una miocardite e un’insufficienza cardiorespiratoria

    I genitori di Giulia chiedono di accertare se i medici del pronto soccorso di Caserta abbiano preso tutte le precauzioni necessarie e disposto accertamenti adeguati. Si chiedono se si poteva fare di più per salvare la loro bambina.

    L’esposto presentato dai genitori di Giulia è stato affidato a Studio3A, società specializzata nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini. La famiglia della bambina chiede verità e giustizia, e spera che la loro tragedia non debba ripetersi mai più.

    @riproduzione riservata


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO