IL PROGRAMMA

Il Carnevale a Sant’Antonio Abate: sfilata dei carri con 500 giovani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Alice e le sue Meraviglie, Il nuovo Eden, Las Vegas, Joker, La Musica ci Unisce, La Guerra è un Gioco, Pinocchio nel Paese dei Balocchi sono i 7 affascinanti temi dei carri allegorici che solcheranno le strade di Sant’Antonio Abate durante il tradizionale Carnevale Abatese. La sindaca di Sant’Antonio Abate, Ilaria Abagnale, sottolinea l’impegno dei carristi dei sette gruppi e dell’Associazione “Carnevale Abatese” nell’organizzazione di questo evento annuale.

“Abbiamo pensato, come sempre, prima di tutto ai più piccoli e al loro divertimento, ma non mancheranno musica e balli per tutti”. Sant’Antonio Abate si vestirà a festa domenica 11 e martedì 13 febbraio per celebrare il Carnevale Abatese. Questi due giorni saranno dedicati soprattutto ai bambini, con animazione e spettacoli in piazza della Libertà dalle 9 alle 13. La piazza ospiterà l’esposizione dei carri allegorici, laboratori per i più giovani e gonfiabili. Dalle 15, in entrambe le giornate, inizierà la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi di ballo, partendo da via Stabia (domenica) e via Roma (martedì).

La tradizione del Carnevale Abatese è viva grazie al lavoro dei maestri carristi che tramandano l’arte della cartapesta ai giovani abatesi. La sindaca esprime apprezzamento per la passione e l’entusiasmo di circa 500 ragazzi che stanno creando vere opere d’arte con i loro carri. Questa celebrazione diventa un ponte tra passato e futuro, con i giovani che rappresentano la connessione che tiene viva la tradizione.

Sette gruppi di carristi hanno realizzato i carri allegorici, ciascuno abbinato a un corpo di ballo: Enigma con Alice e le sue meraviglie, Black Jack 21 con Happy Valentine’s Day, New Generation con Le Showgirl De Las Vegas, Dioniso con Vivere a Colori, Nikkinnella con Barbie, Gli Incartati con The Clown Show, Africano con Il Paese dei Balocchi.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE