A Pompei arriva il corso di formazione per “Giardinieri d’arte”

SULLO STESSO ARGOMENTO

A partire dal mese di gennaio 2024, prenderà avvio il Corso di Qualificazione Professionale per Giardiniere d’Arte per Giardini e Parchi Storici.

Il progetto è finanziato dalla Regione Campania e organizzato dall’ente di formazione Bridge in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei, la società Ream (specializzata in manutenzione del verde), e con il supporto de Il Tulipano, società di cooperativa sociale già coinvolta in progetti di agricoltura sociale con ragazzi affetti da autismo e/o disabilità cognitiva.

Il corso, della durata di 600 ore, si terrà principalmente nel Parco Archeologico di Pompei, noto per gli investimenti a lungo termine nella gestione, manutenzione e valorizzazione del verde e del paesaggio delle aree archeologiche.

    L’obiettivo della formazione è quello di sviluppare competenze professionali

    Il Parco Archeologico ha un vivaio dedicato, considerato un laboratorio di studio agricolo, che si concentra sulla produzione di colture “antiche”. L’obiettivo della formazione è quello di sviluppare competenze professionali per intervenire nella conservazione, rinnovamento, manutenzione e restauro di giardini e parchi storici, pubblici o privati, nel rispetto delle forme originali e valorizzandone le caratteristiche storiche, culturali, architettoniche, ambientali e paesaggistiche.

    Il corso, gratuito, comprenderà 150 ore di lezioni teoriche presso le sedi di Pompei e Napoli, 150 ore di formazione online, 120 ore di laboratorio e 180 ore di stage presso il Parco Archeologico di Pompei e le aziende del territorio.

    La selezione dei partecipanti avverrà tramite prova scritta e orale

    La selezione dei partecipanti avverrà tramite prova scritta e orale, e saranno ammessi 20 partecipanti e 4 uditori, con scadenza per la presentazione delle domande entro le ore 18:00 del 27/12/2023.

    Il programma delle lezioni comprenderà temi quali botanica, agronomia, paesaggio, archeologia, restauro, rilievo, tecniche colturali, sicurezza, informatica e pratiche gestionali. Al termine del corso, verrà rilasciato un attestato abilitante all’esercizio dell’attività di manutenzione del verde, in conformità all’articolo 12 della legge numero 154/2016 e all’accordo della conferenza Stato-Regioni del 22 febbraio 2018.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE