Nino D’Angelo, partita la prevendita per il concerto di Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Le prevendite sono ora disponibili per l’imperdibile concerto di Nino D’Angelo il 29 giugno presso lo Stadio Diego Armando Maradona. Dopo oltre 40 anni di leggendaria carriera, l’artista è pronto a far ballare ed emozionare l’intero stadio della sua Napoli con uno spettacolo unico dal titolo ‘I Miei Meravigliosi Anni ’80… e non solo!’. L’evento è prodotto e organizzato da Trident Music.

Da ‘A’ Discoteca’, inno delle discoteche italiane negli anni ’80, a ‘Popcorn e Patatine’, brano che ha accompagnato l’omonimo film e racconta la bellezza di un amore spensierato, continuando con il ritmo coinvolgente di “Jamaica” e la malinconia di ‘Maledetto Treno’, Nino farà rivivere la leggendaria storia dell’artista col caschetto, trasportando il pubblico in una grande festa anni ’80.

“Da diversi anni, durante i miei concerti, ho notato che quando canto i brani degli anni ’80 il pubblico balla e si scatena. Questa esperienza mi ha ispirato a organizzare un concerto speciale per il pubblico di casa mia, in cui metterò in scena una serata interamente incentrata sulla parte della mia discografia legata a quel periodo”, dichiara Nino D’Angelo.



    “Per me è anche un modo per fare una dedica ‘all’artista col caschetto’ che è la base di tutto quello che ho fatto fino ad ora. Lui è stato colui che negli anni si è preso gli schiaffi e io ora mi godo le carezze. Il vero eroe del mio successo è lui”.

    La carriera di Nino D’Angelo

    La carriera di Nino D’Angelo è stata segnata da una vasta produzione artistica e dalla sua versatilità come cantante, attore e musicista. Con sei partecipazioni al Festival di Sanremo, un David di Donatello, un Ciak d’Oro, un Nastro d’Argento e un Globo d’oro per le musiche del film musical ‘Tano da morire’ di Roberta Torre, D’Angelo ha conquistato il cuore del pubblico e della critica.

    Momenti salienti includono anche il murales tributo realizzato dall’artista Jorit a San Pietro a Patierno, quartiere napoletano in cui è nato, come omaggio per essere sempre stato vicino al popolo con le sue opere.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, sperona una moto della polizia: arrestato 34enne la rione Sanità

    Un uomo di 34 anni è stato arrestato dalla Polizia di Stato dopo aver speronato una moto della polizia, durante un controllo del territorio al rione Sanità a Napoli. Gli agenti hanno bloccato l'uomo, che si è reso responsabile di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Inoltre, è stato sanzionato per possesso di sostanze stupefacenti e per violazioni al Codice della Strada. L'incidente è avvenuto ieri mattina, quando gli agenti hanno notato uno scooter...

    Dehors abusivi nel Centro Direzionale di Napoli: sequestri e sanzioni

    Il reparto operativo San Lorenzo del Comune di Napoli ha scoperto tre attività di somministrazione nel Centro Direzionale che avevano installato dehors abusivi di dimensioni comprese tra i 40 e i 100 metri quadrati. Queste strutture, non autorizzate, erano completamente chiuse su tutti e quattro i lati e erano accessoriate con tavoli, sedie, sistemi audio-video, illuminazione a led e climatizzazione. Gli agenti hanno proceduto al sequestro penale delle strutture e i proprietari sono stati denunciati per...

    Napoli, donna di 51 anni investita mentre attraversa la strada: è grave

    L'ennesimo investimento è avvenuto ieri in via Bernardo Quaranta

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE