Arriva il Grande Fratello napoletano: sfida tra 12 Tiktoker

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ una sfida a colpi di follower quella che partirà a marzo sul web napoletano. Dodici Tiktoker napoletani per otto milioni di follower; cento ore di live, cinque al giorno per tre settimane.

La “casa dei figli di mouse” è un nuovo format dedicato al mondo dei social che partirà a metà marzo con la produzione Max Adv di Massimiliano Triassi. Un gruppo di concorrenti partenopei dovrà trascorrere cinque ore al giorno per tre settimane all’interno di una casa completamente isolata dal mondo esterno.

Il focus principale è incentrato sulla convivenza in casa dei personaggi. I partecipanti previsti sono 12 che quotidianamente dal lunedì al venerdì alle 20,00 per tre settimane si riuniranno in casa dividendosi i compiti di gestione, pulizia, riordino, cucina etc. Vivranno insieme fino alle 3 del mattino del giorno seguente, ovviamente senza cellulari. Saranno le live de “La casa dei figli di Mouse” a trasmettere le immagini sui profili dei 12 tiktoker secondo un esperimento mai provato prima.

    Il tutto arricchito dai vari imprevisti e dalle serate a tema organizzate (pigiama party- Karaoke – balli di gruppo etc.). All’interno della casa tra i personaggi sono anche previsti: il confessore – lo psicologo – la sessuologa e tante altre figure particolari per arricchire il programma.

    Resi noti i nomi dei primi “inquilini”, tiktoker da oltre 8 milioni di follower: Rita De Crescenzo, Laura la Divina, Loredana Fiorentino, Mucella, Francesca Squillace. Nei prossimi mesi si darà notizia degli altri partecipanti. Ad Enzo Bambolina il compito, all’interno della casa, di introdurre le varie tematiche della giornata e fare da “confessore” di singoli partecipanti.

    La produzione è di Max Adv di Massimiliano Triassi. Il programma è scritto da Daniele Violante e Fabio Ruffo. E poi ancora venti tra operatori e assistenti, dirette simultanee sui vari profili tiktoker per un investimento tecnologico orientato solamente verso il social.

    Massimiliano Triassi: “E’ un esperimento che mette al centro il web”

    “Quello che stiamo lanciando – afferma Massimiliano Triassi – è un esperimento che mette al centro il web. Un nuovo prodotto che punta tutto sui live social considerando l’altissima partecipazione su Tik Tok di fan che seguono quotidianamente le vicende dei nostri protagonisti”.

    “La condivisione delle live dà poi il senso del moltiplicatore con tantissimi follower che si possono aggiungere nel corso del programma”.

    Quattordici format regionali, due nazionali, documentari, talk comici, di informazione, programmi di intrattenimento generalista, di approfondimento, il calcio visto con l’occhio del tifoso e con quello dissacrante di un gruppo di autori che è ormai l’ossatura portante di Max Adv.

    La società di produzione che fa capo a Massimiliano Triassi, produttore napoletano che ha fatto di Napoli, della creatività, e della squadra di autori tre pilastri fondamentali per la crescita. Diciassette anni sulla breccia per 500.000 minuti di produzione.

    Nella stagione 2023/2024 sono confermati 14 format regionali, 2 nazionali e tante altre attività televisive e una stagione. Confermatissimo il talk “La Notizia in Comune” .

    Salute protagonista in “Benessere”. Riproposte anche le interviste di “Approdiche” e le gag di “The Mast. Ancora “Zit com”, “E che serata”, il varietà che lancia i nuovi talenti dello spettacolo partenopeo; “‘A Ricetta”, la sfida tra imprenditori, professionisti e casalinghe dietro i fornelli per passione. Il mondo del calcio visto in maniera dissacrante in “Ultimo Stadio”. Skoppiati e Sartù rappresentano il meglio della comicità napoletana e non solo.

    Ultima produzione televisiva di successo rodata sul rinomato social Tik Tok “Figli di Mouse”, dove le persone comuni che vogliono raccontare le loro vicende personali hanno una tribuna moderata da un conduttore pronti ad ospitare sfoghi ed inviti alla riappacificazione. Format Nazionali “T’apparamm”, a tutte le liti c’è una soluzione, e infine, “Amatevi, al matrimonio ci pensiamo noi” dedicato a quanti vorrebbero sposarsi ma le condizioni economiche non lo permettono e raccontano storie d’amore che vivranno il lieto fine.

    “Si tratta di uno sforzo produttivo molto impegnativo fatto di quattordici format frutto delle idee della nostra squadra di autori e attori – spiega il produttore televisivo Massimiliano Triassi. Il momento non è facile per nessuno ma tutte queste produzioni hanno ormai un pubblico talmente radicato e interessato che ripartiremo con una nuova stagione più ricca e articolata di quelle precedenti per le quali non resta che ringraziare i canali televisivi regionali campani e non solo”



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Calciatore 20enne muore a casa dei nonni

    Tragedia a Stabbia: giovane calciatore morto a causa di un malore improvviso. Un drammatico lutto ha scosso la comunità di Stabbia, nel Comune di Cerreto...

    Sequestro preventivo di 49.800 euro a Castel Volturno: barbiere finto per ottenere il bonus del “Decreto Rilancio&...

    Nell'ambito di un'indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, la Guardia di Finanza di Frattamaggiore ha eseguito un sequestro preventivo di 49.800...

    Trasferiti 1,2 milioni dagli Uffizi a Capodimonte

    Il Ministero della Cultura ha disposto il trasferimento di un milione e 200mila euro dal bilancio delle Gallerie degli Uffizi a quello del Museo...

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    Ucciso a Lettere il boss dei narcos dei Monti Lattari: Ciro Gargiulo ‘o biondo

    Pranzo con il piombo, anzi con i proiettili di fucile per il boss dei narcos dei Monti Lattari, Ciro Gargiulo detto ciruzzo o' biondo....

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE