Aversa, acquisti con carte di credito clonate: fermate 2 donne

SULLO STESSO ARGOMENTO

Due donne sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Aversa per ricettazione e indebito utilizzo di strumenti di pagamento digitale.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, hanno permesso di accertare che le due donne, in due giorni, hanno utilizzato carte bancomat clonate per acquistare centinaia di biglietti di Gratta&Vinci e stecche di sigarette in attività commerciali del Casertano.

Il totale degli acquisti è stato di circa 13mila euro.

Gli ignari possessori delle carte originali, hanno accertato gli inquirenti, sarebbero stati raggirati da soggetti spacciatisi per funzionari delle Poste, cui avrebbero fornito tramite sms il pin di accesso ai propri conti.

    L’analisi delle telecamere di videosorveglianza dei negozi ha poi confermato gli acquisti fatti dalle due donne, che sono finite agli arresti domiciliari.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Melito, ruba auto e poi chiede il “cavallo di ritorno”: arrestato 17enne

    Arrestato 17enne a Mugnano di Napoli per reati di estorsione e ricettazione. Il 21 Febbraio 2024, a Mugnano di Napoli, i Carabinieri della Tenenza...

    Sanremo, studente 15enne muore schiacciato da un camion: grave la sorella

    Tragedia della strada stamane nel centro di Sanremo dove due studenti di 13 e 15 anni sono stati schiacciati da un camion. Il 15 enne,...

    Blitz dei Carabinieri a Villaricca: scoperta bisca clandestina

    Nella notte, i Carabinieri della stazione di Villaricca hanno fatto irruzione in un locale di via della Repubblica, un ex bar, adibito a bisca...

    Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

    Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

    Camorra, sequestro beni allo sponsor della Casertana calcio

    Sequestro beni per oltre 1,5 milioni di euro a imprenditore ritenuto contiguo al clan Belforte dei Marcianise. E tra i beni sequestrati c'è anche...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE