CHAMPIONS LEAGUE

Union Berlino, Fischer: “Il Napoli è fortissimo e non è in crisi. Sarà difficile per noi…”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ci tiene a battere il Napoli, Urs Fischer. Il tecnico dell’Union Berlino non vince una partita dallo scorso 27 agosto. In campionato le cose vanno malissimo e in Champions ha perso anche col Braga in casa. Di fronte domani sera ci sarà una squadra che si è rialzata battendo il Verona.

PUBBLICITA

“Non lo so se il Napoli è in crisi – ha raccontato l’allenatore dei tedeschi in conferenza stampa -. L’ho seguito ultimamente, è quinto a 5 punti dalla prima, non penso sia in difficoltà o in crisi. Hanno Osimhen fuori, pure un centrale difensivo mancherà, ma mi aspetto il Napoli di sempre, è forte, gestisce bene la pressione, è pericoloso in tutti i settori, sugli esterni con Kvaratskhelia e Politano uno contro uno. Cito anche Lobotka, il metronomo del loro centrocampo, sarà difficile”.

Fischer al momento non rischia il posto. L’ha rischiato, invece, Garcia dopo la scoppola con la Fiorentina. “Non lo conosco personalmente – ha detto Fischer parlando del suo avversario – ho seguito molto il Napoli e posso dire che è una squadra compatta, si muove bene senza palla, ha qualità sugli esterni, nell’uno contro uno, sarà difficile. Conosco il Napoli”.

Nel Berlino ci sono due calciatori che conoscono molto bene il campionato italiano e quindi il Napoli. Si tratta di Bonucci e Gosens. “In generale non sono soddisfatto della situazione e quindi tutti i giocatori e io siamo responsabili – ha chiarito Fischer -, quindi anche loro, poi sull’inserimento posso dire che sono perfettamente integrati, sono leader, sono felice di questo. Bonucci non ha fatto preparazione con noi, ha giocato subito per l’infortunio di Knoche. Di Gosens sono abbastanza soddisfatto ma non al 100% perché si devono migliorare degli automatismi”.

Fischer ha elogiato molto Lobotka ma non ha preparato alcuna trappola per lo slovacco: “Sarebbe un errore concentrarsi solo su di lui anche se è il metronomo. Il Napoli è così forte… pensiamo anche ai tre davanti, gli esterni e poi Raspadori o Simeone. Ne abbiamo parlato così tanto in allenamento… anche se proveremo a fargli toccare meno palloni a Lobotka, ma senza una trappola per lui”.



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Giovanni Di Lorenzo, capitano del Napoli, non ci sta e reagisce duramente alle insinuazioni del Corriere del Mezzogiorno che ha messo in dubbio la gastroenterite che lo ha tenuto fuori dalla trasferta di Firenze. Attraverso il suo profilo ufficiale su Instagram, Di Lorenzo ha...

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie

M5S, il progetto dell’avv. Mancino per la rivoluzione dello stadio Maradona

L'Avvocato Lelio Mancino, candidato alle prossime elezioni europee per il Movimento 5 Stelle, promuove una rivoluzione per restituire dignità alla città di Napoli e portare nuova gloria all'Avvocatura Napoletana. La sua proposta mira a mettere fine all' usurpazione del tempio del calcio, lo Stadio Diego Armando Maradona, da parte dei mercanti, affinché ritorni a essere un simbolo di orgoglio...