ULTIME CALCIOMERCATO

CHAMPIONS LEAGUE

Il Napoli espugna Berlino, basta un tiro in porta: decide Raspadori

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ bastato un solo tiro in porta al Napoli per sbancare Berlino. Gli uomini di Garcia lasciano l’Olympiastadion con tutti e tre i punti in palio: decisiva una giocata di Kvaratskhelia a pescare il vincente di Raspadori. Uno 0-1 all’Union che vuol dire quota 6 per gli azzurri dopo la vittoria di Braga e il ko interno con il Real Madrid.

PUBBLICITA

Garcia non apporta modifiche all’undici di Verona. In porta dunque Meret, Rrahmani e Natan sono i centrali, ancora Mario Rui a sinistra con capitan Di Lorenzo a destra. A centrocampo Cajuste si schiera al fianco di Lobotka e Zielinski, mentre Politano e Kvaratskhelia sono gli esterni d’attacco nel tridente completato da Raspadori.

L’Union Berlino, reduce da otto sconfitte di fila, va in campo con il 3-5-2. Ronnow tra i pali, Diogo Leite, Doekhi e Knoche sono i tre della retroguardia. Sugli esterni a centrocampo ci sono Gosens e Trimmel, mentre Aaronson, Khedira e Haberer si piazzano sulla mediana. Il duo d’attacco è composto da Fofana e Becker.

L’Union Berlino parte forte, il Napoli soffre ma è 0-0 al 45′

Parte forte l’Union Berlino, spinto dalla grande rappresentanza del pubblico tedesco accorso in massa nell’impianto non di casa dell’Olympiastadion. Gli uomini di Fischer tengono in mano il pallino del gioco ma non spaventano più di tanto Meret e i primi 20′ passano senza sussulti, da una parte e dall’altra.

Al 24′ primo brivido per il Napoli: Fofana scappa via sulla fascia destra, salta con un dribbling Natan e Rrahmani e pesca Haberer solo a porta sguarnita. Palla in rete, ma è tutto fermo: l’ivoriano era partito da posizione di fuorigioco prima delle due grandi giocate che avevano portato al gol. Si resta dunque 0-0, ma con l’Union che inizia anche a creare delle occasioni pericolose.

Dall’altra parte c’è un Napoli spento e opaco: in attacco l’unico a provare ad impensierire la retroguardia tedesca è Kvaratskhelia, che al 27′ scappa via in slalom ad un paio di difensori per poi venire chiuso al momento del tiro. Torna in avanti dunque la squadra di casa: si fa pericoloso ancora Fofana da fuori, Meret devia a lato in tuffo.

Al 39′ altro brivido: Khedira riceve dal limite dell’area da un compagno e calcia forte, la palla termina a lato non di molto. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo positivo per i tedeschi, d’altro canto pessimo per gli uomini di Garcia. Il risultato però è ancora in bilico: 0-0 dopo 45′.

Lampo Kvara e il Napoli la sblocca con Raspadori

Garcia cambia subito all’intervallo: dentro Elmas per Cajuste. L’Union prova a partire così come aveva chiuso, ma non arrivano opportunità degne di nota. Il Napoli così cresce sulle ali di Kvaratskhelia, il più pericoloso: al 50′ serpentina in mezzo a due e botta forte, c’è il muro di Knoche e i padroni di casa si salvano.

Ma è solo questione di tempo: gli azzurri iniziano a stare stabilmente nella metà campo avversaria e al 65′ arriva il gol che stappa la partita. Rinvio sbagliato dalla difesa, Kvaratskhelia raccoglie dalla sinistra, salta secco un avversario e arriva sul fondo: tocco d’esterno arretrato per Raspadori che di prima non sbaglia e batte Ronnow per l’1-0.

Nel finale Garcia si chiude e difende il vantaggio: dentro un difensore in più, Ostigard, e un uomo per le ripartenze, Lindstrom. Fuori anche Mario Rui per Olivera e Simeone per l’autore del gol Raspadori. Il fortino azzurro tiene, l’Union ci prova ma non trova altre conclusioni verso la porta. Finisce dunque così: vince 1-0 il Napoli.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


Torna alla Home
googlenews
facebook


ALTRE NOTIZIE SUL NAPOLI


Prossima Partita

Classifica

ULTIME NOTIZIE

Ultime Notizie