soresa
Pubblicitasoresa

Catturava cardellini con richiami vivi: arrestato

SULLO STESSO ARGOMENTO

I carabinieri Nipaaf di Frosolone, in provincia di Isernia e i guardiaparco del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise hanno sorpreso due cittadini residenti in Campania che a Pantano della Zittola, nel territorio di Montenero val Cocchiara, catturavano cardellini usando reti da uccellagione con tre cardellini vivi usati come richiami.

Gli uccelli erano stati legati con un filo che impediva loro di volare. I due uomini, come emerso dalle verifiche, non erano titolari di porto di fucile nè avevano la licenza di caccia. Nelle gabbie sono sati trovati 19 cardellini.

Le violazioni penali contestate sono riconducibili al maltrattamento di animali e al furto venatorio aggravato in danno del patrimonio indisponibile dello Stato, fanno sapere dal Nipaaf. Il materiale è stato sequestrato, i cardellini sono stati liberati sul posto mentre i tre uccelli usati come richiamo vivo affidati al veterinario e poi trasferiti nella riserva naturale Mab di Montedimezzo a Vastogirardi perché non sono in condizioni di volare.


    A carico di uno dei due bracconieri è stato disposto l’arresto in flagranza per precedenti analoghi, mentre le abitazioni di entrambi sono state perquisite dai carabinieri Forestali di Pozzuoli e hanno dato esito positivo. L’arrestato è stato processato con direttissima e ha patteggiato 11 mesi di reclusione e il pagamento di una multa di 600 euro. L’altro è stato denunciato a piede libero.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Incendio nella nuova trattoria Nennella: inaugurazione rinviata

    Nennella ha trovato spazio nelle più note guide alla buona cucina, per un menu saldamente ancorato alla tradizione partenopea. Si spera ora che l'apertura della nuova sede possa avvenire nei prossimi giorni, e comunque entro le feste di Natale

    IN PRIMO PIANO