Napoli, arrestato in albergo del centro storico un pericoloso ladro georgiano ricercato 

Napoli. Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato...

Matt Smith e Asa Butterfield stelle di Giffoni 53

SULLO STESSO ARGOMENTO

Attesi diversi ministri, in collegamento presidente Braslie.

PUBBLICITA

Tanti gli ospiti nazionali ed internazionali che saranno presenti alla 53/a edizione del Giffoni Film Festival in programma a Giffoni Valle Piana (SA) dal 20 al 29 luglio. Grande attesa, lunedì 24 luglio, per Matt Smith, tra i protagonisti internazionali del festival.

I giurati incontreranno l’amatissimo attore britannico tra i più talentuosi e dinamici della sua generazione, conosciuto per aver interpretato Daemon Targaryen nella serie HBO House of the Dragon, ruolo grazie al quale ha ottenuto una prestigiosa nomination ai Critics Choice Awards, per il principe Filippo nelle prime due stagioni della serie tv The Crown e per l’undicesimo Dottore nella celebre serie tv Doctor Who. Il 26 luglio sarà la volta di Asa Butterfield: un incontro speciale per i giffoner che conosceranno uno dei volti più intensi e talentuosi del piccolo e grande schermo.

Tra gli artisti previsti Carlo Verdone, Mario Martone, Antonio Albanese, Massimiliano Gallo, Sydney Sibilia, Simona Tabasco, Caterina Guzzanti, Matteo Paolillo e Giacomo Giorgio. Folta anche la presenza dei rappresentanti delle istituzioni: inaugura il 20 luglio il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca che incontrerà i giffoner; in apertura il videomessaggio del presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola; a seguire Anna Maria Bernini, ministro dell’Università e della Ricerca; Matteo Piantedosi, ministro dell’Interno, Giancarlo Giorgetti, ministro dell’Economia e Finanza, Andrea Abodi ministro per lo Sport e i Giovani, Giuseppe Valditara, ministro dell’Istruzione e del Merito; Edmondo Cirielli Vice Ministro Affari Esteri e Cooperazione Internazionale; Lucia Borgonzoni, sottosegretaria ministero della Cultura, Maurizio De Lucia, procuratore della Repubblica di Palermo, Barbara Floridia, presidente della Commissione di Vigilanza Rai; in collegamento il presidente del Brasile, Lula.

‘Indispensabili per la crescita delle comunità e per lo sviluppo dei territori, per innescare il cambiamento, far circolare idee, alimentare emozioni, condividere valori’. È questo il tema della 53/a edizione del Giffoni Film Festival, in programma a Giffoni Valle Piana (Salerno) dal 20 al 29 luglio. Il programma presentato questa mattina nella Casina Vanvitelliana di Bacoli (Napoli). Alla presenza di oltre 100 giffoner, il team ha illustrato le varie sezioni del programma, attraverso una serie di collegamenti da alcuni luoghi simbolo: l’Antro della Sibilla Cumana, il Tempio di Nettuno di Paestum, Riccione, dove è in corso Cinè – Le Giornate Professionali di Cinema, la comunità di alloggio per minori stranieri non accompagnati Casa di Giona di Scafati e la Multimedia Valley di Giffoni.

Ad accompagnare, tra gli altri, questo viaggio, il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, il direttore e fondatore di Giffoni Claudio Gubitosi, il direttore generale Jacopo Gubitosi, il direttore artistico Luca Apolito, l’assessore della Regione Campania al Turismo Felice Casucci, il presidente dell’ente Giffoni Experience Pietro Rinaldi; in collegamento Erri De Luca che ha ideato l’immagine di #Giffoni53.

“Oggi scriviamo un’altra pagina che mette in evidenza ancora di più l’impegno che tutti noi dobbiamo promuovere per sostenere gli adolescenti in difficoltà – ha spiegato il fondatore di Giffoni, Claudio Gubitosi -. Voglio ricordare a tutti voi quel famoso testamento umano e morale che ci affidò nel 1982 Francois Truffaut.

Quella frase scritta a mano ‘fra tutti i festival del cinema quello di Giffoni è il più necessario’, oggi irrompe dopo 41 anni in questo nostro incontro e nelle iniziative che si svilupperanno durante l’evento. Al necessario, aggiungiamo ‘indispensabile’. Le cronache, le notizie, i fatti luttuosi e drammatici ai quali assistiamo a volte impietriti e che coinvolgono sempre più spesso minori, ci spingono sempre di più a fornire strumenti di lettura, di condivisione a generazioni che vivono solo il loro piccolo mondo a volte turbato ma che devasta loro stessi e gli altri. Giffoni fa la sua parte da oltre mezzo secolo dove la luce, la bellezza, l’energia positiva che contamina tutti in queste generazioni è un forte antidoto alla noia, alle violenze inutili”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA