Cozze vendute senza autorizzazione, ambulante sanzionato a Scampia

La polizia locale di Napoli, con il personale dell'unità...

‘A voce d’o vico’, tutto pronto per la festa dei balconi al rione Sanità

SULLO STESSO ARGOMENTO

La strada, Via Montesilvano, a pochi passi dalla casa di Totò, per una sera viene pedonalizzata e chiusa al traffico, grazie al Patrocinio del Comune di Napoli e della Municipalità III, e allestita con una scenografia che si sviluppa in strada e sui muri, come se tutto il vicolo fosse un teatro a cielo aperto.

PUBBLICITA

“È un momento di riappropriazione di spazi negati” spiega Emanuele D’Errico, presidente di Putéca Celidònia, “Per una sera, un vicolo dimenticato per anni si trasforma in un teatro a cielo aperto, i balconi diventano delle scenografie e un intero quartiere, che non ha più un teatro data la sconcertante notizia della chiusura del Nuovo Teatro Sanità, scopre il teatro e la magia dell’arte dalla strada, dai balconi, dai bassi.”

Tra gli artisti che hanno aderito al progetto, quest’anno spicca Ascanio Celestini, attore teatrale, regista cinematografico, scrittore e drammaturgo italiano di fama nazionale.

La festa vede partecipare gli attori professionisti della compagnia, insieme ad ospiti speciali sia nel campo del teatro che della musica, con i bambini e le signore del quartiere che partecipano ai corsi di teatro, scenografia e costume gratuiti, che ogni anno vengono realizzati nei beni confiscati alla camorra.

Tutta la performance viene trasmessa in filodiffusione in strada, come se un’enorme voce amplificata facesse da eco in tutto il quartiere. Lo spettacolo si conclude poi, come ogni anno, con un DJ-set, tra vino e pizze fritte, vendute dalle attività commerciali del quartiere.

“I protagonisti di questo evento sono i bambini del quartiere con cui portiamo avanti un corso di teatro gratuito permanente” spiega Clara Bocchino, co-fondatrice della Compagnia. “Così come nella scorsa edizione, la scenografia e i costumi saranno il frutto degli altri due corsi tenuti durante l’anno. In questo modo tutta l’ideazione del progetto vede la partecipazione attiva degli abitanti del quartiere, dai bambini, alle donne e agli anziani”

L’evento è patrocinato e realizzato con il contributo di Ministero della Cultura, Fondo PSMSAD, Teatro Pubblico Campano, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Regione Campania, FiTel Campania.

Lo spettacolo è ad ingresso libero, senza prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Festa di musica e teatro dai balconi festa/spettacolo di Putéca Celidònia drammaturgia e regia Emanuele D’Errico con Clara Bocchino, Marialuisa Diletta Bosso, Emanuele D’Errico, Teresa Raiano, Dario Rea e con gli allievi del corso di teatro InPutéca Recitando e con gli allievi di Cantieristupore Francesco De Fusco, Chiara Patrone, Gaia Procentese, Simone Aliberti attore trampoliere Francesco Rivista con l’amichevole partecipazione in voce di Ascanio Celestini scenografia Rosita Vallefuoco.

E ancora sound design e dj set Tommy Grieco costumi Giuseppe Avallone e Patrizia Visone luci Giuseppe Di Lorenzo brani “Coltiva la terra” e “Sul fianco del mio letto” composti dal M. Antonio Sinagra aiuto regia e composizione cori Gianluigi Montagnaro aiuto scenografia Mariateresa D’Alessio, Martina Gallo, Trisha Palma in collaborazione con gli allievi del corso di teatro InPutéca Scenografando fonico Raffaele Russo aiuto costumi le donne del corso di Teatro InPutéca Cucendo.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE