soresa
Pubblicitasoresa

Batello Spazzamare sul litorale casertano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il presidente della Provincia Giorgio Magliocca ha accompagnato questa mattina sindaci e amministratori di Sessa Aurunca, Cellole, Mondragone e Castel Volturno in un sopralluogo alla foce del fiume Garigliano per verificare di persona il funzionamento del cosiddetto battello spazzamare, l’imbarcazione utilizzata dall’inizio di giugno per il servizio di monitoraggio e pulizia delle acque del litorale casertano.

Con il presidente Magliocca c’erano i sindaci Lorenzo Di Iorio (Sessa Aurunca), Guido Di Leone (Cellole), Luigi Umberto Petrella (Castel Volturno), il vicesindaco di Mondragone Marco Pacifico, i consiglieri provinciali Giovanni Iovino e Ciro Marcigliano, il dirigente del Settore Ambiente della Provincia Giovanni Solino, responsabile del progetto.

L’imbarcazione fornita con personale qualificato dalla Garbage Group di Ancona è specializzata in operazioni di antinquinamento e disinquinamento in mare, con la rimozione di rifiuti solidi galleggianti e semisommersi, sostanze oleose e grasse, schiume ed idrocarburi.


    Sul mezzo è presente anche un drone per la sorveglianza e l’individuazione dei rifiuti galleggianti e un sottomarino a comando remoto per scannerizzare i fondali e georeferenziare i rifiuti.

    “Ringrazio ancora una volta – ha detto il presidente Magliocca – i sindaci della zona per aver fornito supporto e collaborazione sia nella fase organizzativa che in quella operativa attuale. Si tratta solo della prima parte di un progetto ambizioso che ha l’obiettivo di rendere sempre più fruibile e decorosa l’accessibilità alle spiagge e la balneabilità del litorale.

    Per coprire gli oltre quaranta chilometri di costa nei prossimi giorni arriverà una seconda imbarcazione, con punti di ormeggio e smaltimento dei rifiuti predisposti presso le foci del Garigliano e del Volturno.

    E stiamo studiando la possibilità di installare sui corsi d’acqua – ha concluso – griglie di raccolta che blocchino i rifiuti più grandi, in particolare le plastiche, prima del loro arrivo a mare. Insomma, un bellissimo progetto di risanamento ambientale che, sono certo, porterà risultati importanti”


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Incendio nella nuova trattoria Nennella: inaugurazione rinviata

    Nennella ha trovato spazio nelle più note guide alla buona cucina, per un menu saldamente ancorato alla tradizione partenopea. Si spera ora che l'apertura della nuova sede possa avvenire nei prossimi giorni, e comunque entro le feste di Natale

    IN PRIMO PIANO