Sergio Altivalle assolto dalla contestazione di spaccio aggravato di otto cessioni di droga

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è tenuto dinanzi al GUP del Tribunale di Benevento, Dott.ssa Gelsomina Palmieri, il processo a carico di Sergio Altivalle, di 32 anni, di Benevento, difeso dagli avvocati Vittorio Fucci e Cosimo Servodio, imputato di spaccio aggravato di sostanze stupefacenti.

In particolare, all’Altivalle venivano contestate otto cessioni di droga che sarebbero avvenute tra il mese di dicembre del 2019 e il 24 gennaio 2020. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile di Benevento, attraverso l’utilizzo di intercettazioni telefoniche e servizi di appostamento, partirono a seguito delle dichiarazioni accusatorie di una persona di Campobasso, arrestata per spaccio.

Proprio dal contenuto delle conversazioni intercettate, la Procura aveva desunto i profili di esponsabilità dell’Altivalle in relazione ad otto specifiche cessioni aggravate di droga. All’odierna udienza il P.M., Dott.ssa Stefania Bianco, aveva chiesto la condanna dell’imputato a 2 anni e 8 mesi di reclusione. Di diverso avviso il GUP Palmieri che, accogliendo la tesi difensiva degli avvocati Vittorio Fucci e Cosimo Servodio, ha assolto Sergio Altivalle perchè il fatto non sussiste.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Minaccia di gettarsi nel vuoto per evitare l’arresto a Sant’Angelo dei Lombardi

Una mattinata movimentata a Sant'Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, si è conclusa fortunatamente senza conseguenze, quando un uomo di 63 anni ha...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE