Napoli, assalto con razzi ai bus dei tifosi tedeschi. Il video

SULLO STESSO ARGOMENTO

Tentativo di assalto fallito, poi, da parte di un frangia di ultra’ del Napoli ai danni dei tifosi del Francoforte in arrivo in citta’ ieri sera, nonostante il divieto imposto dalla Prefettura.

I 350 partiti dalla stazione di Salerno sono stati scortati verso gli alberghi del Lungomare e del centro da polizia e carabinieri. All’alterzza di via Marina, un gruppo di una trentina di tifosi napoletani, con passamontagna e sciarpe ha lanciato razzi e bombe verso due autobus scortati. Nessun danno e nessun ferito.

Uno degli alberghi del lungomare, dove soggiornano i supporter tedeschi, è guardato a vista da agenti di polizia. Una cintura di ‘sicurezza’ che nella notte era molto più folta. Non si esclude in giornata l’arrivo di altri tifosi dopo i primi 400 che sono stati già identificati dalle forze dell’ordine.



    In vista della gara di ritorno valevole per gli ottavi di finale di Champions League tra Napoli ed Eintracht Francoforte, aumentano le tensioni tra la tifoseria partenopea e quella tedesca.

    Napoli-Eintracht: circa 800 agenti per evitare ‘caccia all’uomo’

    Le poche informazioni acquisite dalla Polizia tedesca e una eventuale temuta “caccia all’uomo” da parte di ultras azzurri stanno tenendo in apprensione le forze dell’ordine partenopee delegate a tenere sotto controllo eventuali contatti tra le tifoserie dell’Eintracht Francoforte e del Napoli.

    Il dispiegamento di forze è imponente: sono in allerta ben 800 uomini e finora non si sono veriticati episodi particolarmente critici. I 400 tifosi della squadra tedesca giunti ieri in treno da Salerno, sono stati tutti dislocati sul lungomare della città, nell’hotel Continental, accanto all’hotel Vesuvio dove invece alloggia la loro squadra.

    La Digos di Napoli ha fortemente consigliato alle forze di polizia tedesche e ai supporter dell’Eintracht di rimanere in albergo per evitare contatti. Nessuno di questi tifosi potrà assistere all’incontro di Champions League di stasera in quanto la società tedesca si è rifiutata di avvalersi dei biglietti per il settore ospiti dello stadio Maradona messi a disposizione dalla SSCNapoli.

    Non è escluso quindi che possano andare in giro per la città, come dei turisti, esponendosi però così al contatto con la tifoseria avversaria. Proprio per questa ragione la Polizia di Stato sta tenendo sotto stretto monitoraggio loro e soprattutto i vari gruppi del tifo azzurro in tutta la città, da piazza Dante, dove ieri se ne erano concentrati ben 120, a piazza Sannazzaro.

    Sotto accurato controllo anche gli abituali ritrovi dei gruppi ultras, come i Fedayn. In sostanza, sotto il coordinamento della Prefettura, la Questura di Napoli, con la collaborazione di tutte le forze dell’ordine, ha predisposto un servizio di ordine pubblico “ad hoc” per la gara, finalizzato a evitare gli scontri ventilati anche sui social. Non è escluso che in giornata, possano approdare in città, alla spicciolata, altri gruppi di tifosi dell’Eintracht, ma anche questa eventualità è sotto stretto monitoraggio.

    “Serve la massima allerta per stasera prima e dopo la partita. Fuorigrotta va blindata.”- commenta il deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli- “ Le misure di sicurezza e prevenzione vanno riviste e migliorate. Ogni volta che c’è un incontro che vede due tifoserie rivali non si può assistere a queste guerriglie urbane. Lo sport non può essere associato a tali disordini e violenze. Servono riforme e misure più drastiche.”


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Antonio Scurati, ha recitato (e in parte aggiunto) a Napoli, durante l'evento Repubblica delle Idee, il monologo sul 25 aprile che avrebbe dovuto essere presentato su Rai3 da Serena Bortone. Il pubblico ha interrotto l'autore più volte con applausi. "Il fascismo è stato, per tutta la sua esistenza storica e...
    Tragedia ad Esino Lario, dove Pierluigi Beghetto, 53enne consigliere comunale e assessore, è stato ucciso oggi nel corso di una lite condominiale. L'aggressore, Luciano Biffi, 50enne vicino di casa della vittima, è stato fermato dai carabinieri per omicidio volontario. Biffi, già noto alle forze dell'ordine per problemi economici e psicologici,...
    La tranquillità post-partita è stata spezzata dai violenti scontri avvenuti al termine della partita tra Monza e Napoli dello scorso 7 aprile. Il Questore di Monza e della Brianza, Salvatore Barilaro, ha emesso una serie di provvedimenti draconiani contro gli ultras locali, autori delle violente aggressioni ai danni della...
    Il segretario regionale dell'Osapp Campania, Vincenzo Palmieri lancia un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "Dramma suicidi da inizio anno 32 detenuti tutti affetti da patologie mentali e tossicodipendenza". Secondo Palmieri: "E' il momento di agire, urgono modifiche legislativa per deflazionare gli istituti penitenziari non solo della Campania, oramai...

    IN PRIMO PIANO