IPTV e pezzotto, via libera dalla Camera alla stretta: multe salate e blocco in 30 minuti

SULLO STESSO ARGOMENTO

All’unanimità, con 256 voti favorevoli, la Camera dei Deputati ha approvato la proposta di legge presentata da Lega e Fratelli D’Italia sul contrasto alla pirateria online. Il testo ora passerà al vaglio del Senato e prevede una stretta importante contro il fenomeno della pirateria audiovisiva.

PUBBLICITA

Il provvedimento conferisce allo Stato il compito di riconoscere, tutelare e promuovere la proprietà intellettuale in tutte le sue forme, ma conferisce anche all’AGCOM nuovi poteri per bloccare entro 30 minuti i siti web che diffondono eventi live come le partite di Serie A, ma anche film o programmi d’intrattenimento.

Ciò avverrà attraverso il blocco della risoluzione DNS dei nomi di dominio e l’instradamento del traffico di rete verso gli indirizzi IP in questione. L’AGCOM avrà anche il compito di trasmettere alla Procura della Repubblica di Roma l’elenco dei provvedimenti adottati.

Sanzioni anche per chiunque esegua la fissazione su supporto digitale di un’opera cinematografica, audiovisiva o editoriale (camcording) o che effettua la riproduzione, esecuzione o comunicazione di tali contenuti: è prevista la reclusione da 6 a 3 anni e una multa da 2.582 a 15.493 Euro.

Secondo gli ultimi dati, in Italia sono presenti 5 milioni di abbonati ad IPTV e pezzotto, e proprio alla luce di tale impatto il Governo ha deciso di correre per bloccare la pirateria anche a ridosso dell’assegnazione dei diritti tv della Serie A.

Continua a leggere



Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


DALLA HOME


CRONACA NAPOLI

PUBBLICITA

TI POTREBBE INTERESSARE