Al carcere di Salerno padri e figli riuniti per la festa del papà

SULLO STESSO ARGOMENTO

I papà che riabbracciano i propri figli. I piccoli che recitano una poesia per i loro padri e, dopo, ricevono in dono un peluche e un uovo di Pasqua.

‘Auguri papà’ è l’iniziativa organizzata in occasione della Festa del Papà nel teatro della casa circondariale ‘Antonio Caputo’ di Salerno perché non si recidano i rapporti tra i padri che sono in carcere e i loro figli.

La direttrice: “Iniziativa prevista anche per festa della mamma”

Un evento che la direttrice dell’istituto penitenziario, Rita Romano, ha sostenuto e che è stato curato dall’associazione Humanitas, presieduta da Roberto Schiavone.

    “Abbiamo organizzato un’iniziativa con 30 detenuti che hanno incontrato i loro bambini – spiega Romano – c‘è stato uno spettacolino di intrattenimento e gli stessi detenuti hanno preparato il buffet nell’ambito del corso alberghiero che seguono e i bambini hanno recitato le poesie ai papà. L’Humanitas ha regalato le uova di Pasqua e i peluche ai bambini”.

    La direttrice della casa circondariale annuncia un evento analogo sarà organizzato anche in occasione della Festa della Mamma e “sarà previsto anche il pranzo, quindi i figli mangeranno con le mamme”. ‘Auguri papà’ si inserisce “nell’ambito delle attività trattamentali” promosse nella casa circondariale.

    “Dopo la battuta d’arresto avuta con il Covid, stiamo riprendendo alla grande – sottolinea Romano – con tutte le difficoltà perché siamo una casa circondariale con più di 500 detenuti e circa la metà sono definitivi. Abbiamo una carenza di organico notevole, ma ce la mettiamo tutta”.

    Da qui, ricorda che, “anche quest’anno, ci sarà l’esame di maturità per dieci detenuti che si diplomeranno all’alberghiero”. Non solo, perché “dal 27 maggio avremo in esposizione l’arazzo Ananias e Saphira di Raffaello, cui saranno collegati una serie di iniziative e convegni, ospiteremo scolaresche e gruppi esterni e i detenuti faranno da guida”.

    Presidente Humanitas: “Iniziativa bellissima e commovente”

    “Un’iniziativa che si svolge in collaborazione con London University e Musei Vaticani e Fondazione di Comunità Salernitana”. Il presidente di Humanitas, Schiavone, evidenzia che quella di ieri “è stata una bellissima iniziativa che ci ha fatto provare un’emozione incredibile”.

    E spiega: “Quando sono arrivate le mamme con i bambini, i piccoli cercavano i papà. Ci siamo commossi. Poi, c’era un bimbo piccolissimo che guardava il papà e con la manina gli toccava il viso. I bambini hanno letto la letterina ai papà che si sono commossi”.

    Poi, conferma che è già partita l’organizzazione della prossima iniziativa in occasione della Festa della Mamma, “un pranzo speciale all’interno della casa circondariale e porteremo uno chef importante”.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE