Salerno, pedone investito e ucciso sul Lungomare: inchiesta

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Stiamo lavorando sull’aspetto della sicurezza stradale. Bisogna pero’ che anche i tanti guidatori abbiano, nella testa, una ragione di prudenza.

Intanto, il mio rammarico e il mio dispiacere per la vita persa e le condoglianze alla famiglia. Qui ci sono strisce pedonali segnalatori luminosi, cartelli. Bisogna che ciascuno si renda responsabile dei propri atti”.

A dirlo, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, dopo l’incidente stradale in cuk ha perso la vita un pedone. “Stiamo acquistando, insieme all’assessore alla Sicurezza, Claudio Tringali, dispositivi da dislocare in citta’ – aggiunge – ma serve soprattutto che ci sia una coscienza individuale. Le scuole devono fare educazione stradale, dobbiamo promuovere iniziative di sensibilizzazione, cosa che stiamo facendo”.

    Oltre alla possibilita’ di avviare le zone 30 e di installare gli autovelox, “tenteremo di verificare i cosiddetti materassini berlinesi, pero’ c’e’ bisogno di un’autorizzazione del ministero. Possiamo mettere tutti i dispositivi del mondo, certamente mitigheremo, pero’ se non si ha la consapevolezza che in citta’ non si corre…”, conclude Napoli.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Camorra, sequestro beni allo sponsor della Casertana calcio

    Sequestro beni per oltre 1,5 milioni di euro a imprenditore ritenuto contiguo al clan Belforte dei Marcianise. E tra i beni sequestrati c'è anche...

    Napoli, chiede scusa in aula e vuole risarcire il motociclista che investì e uccise Elvira Zibra sul Lungomare

    Processo al motociclista napoletano Gianluca Sivo accusato di omicidio colposo per la morte di Elvira Zibra, investita mentre era in sella alla sua moto...

    Ritardi fino a 110 minuti per i treni dell’Av sulla tratta Napoli-Roma

    I treni della linea Alta Velocità sulla tratta Napoli-Roma stanno registrando ritardi fino a 110 minuti a causa di un guasto, come riportato da...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE