🔴 ULTIME NOTIZIE :

google news

Pompei, Sangiuliano riapre la Casa dei Vettii dopo 20 anni. Il video

Il ministro della Cultura parla delle grandi potenzialità del patrimonio storico, culturale ed archeologico della Campania

    Grande emozione a Pompei per l’apertura della casa dei Vettii, una di quelle meglio conservate del sito archeologico campano.

    Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano si è soffermato a lungo in tutte le sale restaurate riaperte dopo 20 anni di chiusura. In particolare nella sala di Issione ha fatto i complimenti al direttore generale Musei del MiC, Massimo Osanna e al Direttore generale del Parco archeologico di Pompei, Gabriel Zuchtriegel.

    “Pompei è un luogo della memoria dell’umanità, di tutti gli italiani, della nostra Nazione ma anche un luogo della memoria mia personale, essendo napoletano e conoscendo benissimo questi luoghi.

    Pompei è un unicum globale, un luogo che ci può far capire che cosa siamo stati prima, che cosa siamo oggi e dove dobbiamo andare. Noi dobbiamo conservare questo immenso patrimonio ma anche renderlo un po’ fruttuoso dal punto di vista economico”. Così il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, a margine della visita a Pompei per la riapertura della Casa dei Vettii.

    E poi ha aggiunto: “Ho detto più volte che l’Italia è una superpotenza culturale perché la storia ci ha regalato un unicum. Pompei è un luogo dove percepiamo il valore di questa cultura. Abbiamo il dovere di conservare tutelare e anche migliorare il nostro patrimonio.

    Al netto della pandemia di flussi turistici sono in aumento. Dobbiamo predisporci a ciò elevando il valore dell’offerta e migliorando l’esperienza per i turisti. Dobbiamo essere all’altezza della grandezza che la storia ci ha trasmesso”.

    Per il titolare del Mic, “quando visitiamo luoghi come Pompei, avvertiamo la presenza delle nostre radici e la memoria dell’intera umanità, perché la storia, come insegna Benedetto Croce, è sempre un fatto umano contemporaneo”.

    “La Campania è già un pilastro della cultura nazionale. La storia di Italia, dal punto di vista artistico culturale, ha tanti periodi: se la Toscana è un po’ la culla del Rinascimento, certamente la Campania insieme alla Sicilia è la culla del mondo greco romano. Questa vocazione mediterranea deve essere esaltata”. Ha detto ancora il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

    “Abbiamo una decina di siti, dagli Uffizi, al Mann, Pompei, il Colosseo; dove si concentra un grande flusso turistico e la capacità deve essere quella di ampliare lo spettro dell’offerta globale, cioè dirottare i turisti anche nei siti che sono meno noti”.

    foto servizio di Alessandro Memoli

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita