Napoli, sequestrati oltre 12mila giocattoli per la festa della Befana

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono oltre 12.000 gli articoli, riproducenti noti brand amatissimi dai bambini, sequestrati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli nel corso di distinti interventi finalizzati a contrastare la commercializzazione di prodotti contraffatti e/o non sicuri in vista dell’imminente Festività dell’Epifania.

In particolare, i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego di Napoli, dopo aver individuato un esercizio commerciale che vendeva giocattoli contraffatti nel pieno centro cittadino, estendendo i controlli a un locale annesso, che fungeva da deposito, hanno sequestrato oltre 10.000 giocattoli contraffatti e/o non sicuri, riproducenti noti marchi per minorenni, quali SuperMario, Sonic, Avengers, Stitch, Peppa Pig e Cry Baby. Al termine del servizio, una 45enne di origine cinese, responsabile dell’attività, veniva segnalata all’Autorità Giudiziaria.

Contestualmente, i finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Napoli, lungo le vie cittadine del centro storico – nei Quartieri Mercato e Fuorigrotta – hanno individuato cinque distinti soggetti intenti a vendere sulle improvvisate “bancarelle” migliaia di “calze della befana” riportanti famosi personaggi della “Disney, Peppa Pig, Kinder, LOL, Me contro Te, Chiara Ferragni, Bing, The Simpson, Sonic” oltre al brand calcistico della “SSC Napoli”.

    Dopo aver provveduto a sequestrare gli articoli illecitamente posti in vendita, i finanzieri hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria i 5 responsabili per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

    Le operazioni rientrano nel più ampio dispositivo di contrasto ai traffici illeciti predisposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli da sempre attivo contro ogni forma di concorrenza sleale, a tutela degli imprenditori che operano nel rispetto delle regole e dei consumatori finali soprattutto di quelli più piccoli.

    Soltanto negli ultimi due mesi, le Fiamme Gialle partenopee hanno sequestrato oltre 5,4 milioni di prodotti contraffatti e/o insicuri.

     



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Trasferiti 1,2 milioni dagli Uffizi a Capodimonte

    Il Ministero della Cultura ha disposto il trasferimento di un milione e 200mila euro dal bilancio delle Gallerie degli Uffizi a quello del Museo...

    Camaldoli, ruba grate in ferro da una proprietà del Comune: arrestato

    Arrestato un uomo nella zona dei Camaldoli per furto di grate in ferro di proprietà del Comune di Napoli. Gli agenti del Commissariato Arenella hanno...

    Quasi 500 i detenuti minori e giovani adulti in Italia, mai così tanti dal 2012

    Il numero complessivo di giovani detenuti nei 17 istituti penali per minorenni presenti nel Paese ammonta a 496, tra cui 13 donne (pari al...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE