🔴 ULTIME NOTIZIE :

Napoli, prove nuovi treni: giovedì linea 1 metro sospesa oltre 7 ore

Stop di oltre 7 ore giovedì prossimo per la linea 1 della metropolitana di Napoli. Giovedì 9 febbraio la circolazione dei treni sarà infatti sospesa dalle 9.15 alle 16.45 sull'intera tratta Piscinola-Garibaldi per consentire lo svolgimento di prove tecniche su materiale rotabile. Anm informa che le ultime partenze prima della...

Mutaverso Teatro, i primi due appuntamenti della VII edizione targata Ablativo

Mutaverso Teatro, i primi due appuntamenti della VII edizione targata Ablativo. Pronta a partire la […]

mutaverso teatro

    Mutaverso Teatro, i primi due appuntamenti della VII edizione targata Ablativo.

    Pronta a partire la Stagione teatrale ideata e diretta da Vincenzo Albano. I sei appuntamenti in programma, dal 21 gennaio al 24 marzo, saranno tutti ospiti del Teatro Ghirelli di Salerno, grazie al supporto di Casa del Contemporaneo.

    Si comincia sabato 21 gennaio, alle ore 21.00, con “L’ultima eredità”, di e con Oscar De Summa, e con gli ambienti sonori di Matteo Gozzi e Oscar De Summa. Una produzione de “La Corte Ospitale” che è la storia di un doppio viaggio, geografico ed emotivo, verso i luoghi dell’infanzia e dell’adolescenza, da cui il protagonista credeva d’aver preso distanza e a cui non credeva sarebbe mai ritornato.

    Un rientro a casa, alla notizia del peggioramento delle condizioni di salute del padre, che sarà il momento di un ultimo saluto, di un’ultima raccomandazione, la più importante, quella che resta nel tempo come segno e sigillo di ciò che è stato. Ma anche un ringraziamento, che porta con sé la consapevolezza che il padre sarà sempre, nonostante tutto, una sua fonte di insegnamento. Da qui l’ultima eredità: con l’arrivo della morte, di riflesso, la riscoperta del valore della vita.

    Domenica 29 gennaio, alle ore 20.00, per il secondo appuntamento del mese, sarà la volta del “Collettivo Lunazione” con lo spettacolo “Il colloquio”, vincitore del Premio Scenario Periferie 2019. Scritto e diretto da Eduardo Di Pietro, e in scena con Renato Bisogni, Alessandro Errico, Marco Montecatino, prende ispirazione dal sistema di ammissione ai colloqui periodici con i detenuti presso il carcere di Poggioreale, Napoli. Tre donne, tra tanti altri in coda, attendono stancamente l’inizio degli incontri con i detenuti. Portano oggetti da recapitare all’interno, una di loro è incinta: in maniera differente desiderano l’accesso al luogo che per ognuna custodisce un legame.

    La galera, luogo alieno in larga parte ignoto e oscuro, si rivela un riferimento quasi naturale, oggetto intermittente di desiderio e, paradossalmente, sede di libertà surrogata. In qualche modo la reclusione viene condivisa all’esterno dai condannati e per le tre donne, che se ne fanno carico, coincide con la stessa esistenza. “Il colloquio” si fa racconto di queste vite dimezzate, ancorate all’abisso, disposte lungo una linea di confine spaziale e sociale, costantemente protese verso l’altrove: un aldilà doloroso e ingombrante da un lato e, per contro, una vita altra, sognata, necessaria, negata.

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Collina: “L’arbitro spiegherà al pubblico le decisioni del Var”

    “Abbiamo deciso di fare questo processo perché abbiamo ricevuto richieste per rendere più comprensibile la decisione presa dall'arbitro dopo un intervento del VAR per...

    Avellino, gestione illecita di rifiuti: denunciato imprenditore

    I Carabinieri della Stazione di Chianche, insieme ai colleghi della Stazione Forestale di Avellino, hanno denunciato un imprenditore della provincia di Benevento per “Gestione...

    Campania, parte il progetto Coreve e H-Farm dedicato agli studenti delle scuole campane

    Il Consorzio per il Recupero del Vetro lancia il primo programma strutturato per le scuole dedicato alla sostenibilità e all’economia circolare del vetro: un...
    00:16:39

    Visitando LA CITTÀ PIÙ FREDDA del Mondo (-71°C): YAKUTSK

    Ruhi Çenet è un documentarista indipendente. Visita luoghi unici che non sono noti a molti e li scopre con un approccio globale. Questo video...