Napoli, come va la sosta: dal ritiro in Turchia ai 5 azzurri impegnati in Qatar

SULLO STESSO ARGOMENTO

In piena pausa Mondiali, il Napoli di Spalletti si riunisce in Turchia per il cosiddetto richiamo della preparazione in vista della ripresa del campionato a gennaio. Mancano le date ufficiali, ma stando a quanto filtra dalle prime indiscrezioni, gli azzurri dovrebbero volare ad Antalya questo inizio di dicembre e rimanervi almeno fino al 15 del mese, data nel quale sarebbe fissato il rientro in Italia.

PUBBLICITA

Assenti, ovviamente, i cinque convocati del Mondiale, Anguissa (Camerun), Kim (Corea del Sud), Lozano (Messico), Zielinski (Polonia) e Olivera (Uruguay), mentre si aggregheranno al gruppo sei elementi della Primavera, i due difensori Barba e Hysaj, i centrocampisti Iaccarino, MarchisanoSpavone e l’attaccante Russo.

Ad Antalya è tutto pronto nel resort che accoglierà in ritiro il Napoli, come testimonia il tabellone preparato per le squadre ospitate dal Regnum Carya (questo il nome della struttura): oltre a quello dei partenopei, sono stati affissi i loghi dell Hull City (gli inglesi sono già in città), del Crystal Palace, dell’Antalyaspor, la squadra appunto di casa, e di altri due club turchi, l’Istanbul Basaksehir e il Trabzonspor.

    I cinque azzurri in Qatar: come stanno andando

    Nel frattempo i cinque azzurri impegnati in Qatar proveranno ad andare avanti il più possibile con la propria nazionale prima del meritato break e quindi della riunione in Italia con il gruppo di Spalletti. C’è chi con ogni probabilità non andrà oltre la fase a gruppi, chi riuscirà meritatamente a passare agli ottavi dopo un ottimo impatto con il Mondiale.

    Tra i primi, Anguissa, deludente con il suo Camerun, Kim e Olivera, avversari nello stesso girone rispettivamente con la Corea del Sud e l’Uruguay, e Lozano, con il Messico, hanno il compito più complicato in virtù del solo punto conquistato nelle prime due giornate, mentre è ben diverso il discorso per la Polonia di Zielinski, in testa nel proprio girone e chiamata a un ultimo sforzo nel turno conclusivo della prima fase contro l’Argentina.

    Chi nonostante la pausa dei campionati si è cimentato con le scommesse sportive sul Mondiale ha avuto modo di riscontrare già diversi risultati sorprendenti, vedi le cadute agli esordi dell’Argentina e della Germania, o l’ultimo passo falso del Belgio contro il Marocco. Il messaggio che sembra arrivare dai campi intorno a Doha è mai dire mai, anche per chi ad oggi sembrerebbe con un piede già fuori dal Qatar, dato che questo Mondiale non sembra abbia finito di riservare sorprese.

    Dopo il Mondiale tutti riuniti. Kvara quasi pronto

    Come detto, anche i reduci del Mondiale dovranno fermarsi per un periodo di vacanza prima di tornare a pieno titolo agli ordini di Spalletti, saltando così la tappa in Turchia e ripresentandosi direttamente nel ritiro di Castel Volturno.

    Il tecnico, che ha già spiegato che utilizzerà la sosta per provare soluzioni nuove, non vede l’ora anche di poter contare su Kvaratskhelia, la stella più brillante di questa prima parte di stagione del Napoli, al comando della classifica di Serie A con 41 punti in 15 giornate, a più 8 sul Milan secondo.

    Dopo l’infortunio che lo ha costretto a saltare le ultime partite, il georgiano sta meglio ed è tornato ad allenarsi gradualmente. Spalletti ritrova così la sua arma più preziosa e potrà già utilizzarla nel match di cartello del prossimo 4 gennaio contro l’Inter, quando finalmente anche gli azzurri torneranno a fare sul serio.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui





    Il prototipo di laptop dell'azienda cinese Lenovo offre un display da 17,3 pollici e una tastiera luminosa con aiuto da un'intelligenza artificiale per realizzare una realtà aumentata. Questa nuova tecnologia sembra arrivare a cambiare l'interazione tra il laptop e lo spazio circostante. Lenovo ha rivelato...

    Prossima Partita

    Classifica

    IN PRIMO PIANO

    Ultime Notizie

    Calzona: “Siamo sulla strada giusta, ma c’è ancora tanto da fare”

    Francesco Calzona, allenatore del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida vinta dai suoi al Maradona contro la Juventus: "Siamo sulla strada giusta, eppure c'è ancora molto lavoro da fare. La vittoria mi rende felice, ho notato una squadra desiderosa di migliorarsi, ma c'è ancora molto da fare". "Con questa vittoria, la squadra ha lanciato un segnale...