Avellino, fabbricavano armi nel garage di casa: arrestati padre e figlio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Fabbricavano armi, anche molto sofisticate, all’interno del garage della propria abitazione in provincia di Avellino.

Padre e figlio, di 56 e 31 anni, entrambi di Bisaccia sono stati arrestati dai carabinieri. Su richiesta del Procuratore capo di Avellino, Domenico Airoma, il Gip del tribunale irpino ha firmato per entrambi l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Le indagini sono partite dal ritrovamento in un casolare abbandonato, di proprietà degli indagati, in cui vennero rinvenute due pistole, munizioni di diverso calibro e “penne-pistole”, armi artigianali mono colpo.

    Nelle successive perquisizioni domiciliari, i militari hanno scoperto un attrezzatissimo laboratorio artigianale nel quale venivano fabbricate le armi utilizzando attrezzi di precisione. Tra questi un trapano a colonna con il quale venivano realizzati canne e meccanismi di scatto delle pistole.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Ponticelli, era ubriaco Vincenzo Iovane: il pregiudicato che ha sparato dalla finestra

    Era ubriaco e gli effetti dell'alcol gli hanno fatto pensare che poteva tornare in carcere. È questa la spiegazione più plausibile alla nuova sparatoria...

    Napoli, ragazzino con coltello in tasca: denunciato

    Operazione di controllo dei carabinieri da Bagnoli a Posillipo: 7 persone denunciate, sequestrata anche droga al rione Traiano

    Agguato a Scampia: feriti il capo piazza Giancarlo Possente e un amico

    I feriti sono Giancarlo Possente, capopiazza alla "33" per conto degli Abbinante e Pasquale Parziale ritenuto vicino alla Vanella Grassi

    Agguato a Scampia: feriti il capo piazza Giancarlo Possente e un amico

    I feriti sono Giancarlo Possente, capopiazza alla "33" per conto degli Abbinante e Pasquale Parziale ritenuto vicino alla Vanella Grassi

    Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

    Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE