Il Comune di Avellino assegna alloggio popolare ad un esponente del Nuovo Clan Partenio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Comune di Avellino assegna alloggio popolare ad un esponente del Nuovo Clan Partenio. L’uomo attualmente è in carcere e occupava abusivamente quella casa. Borrelli: “È assurdo. Comune riveda decisione.”

È uno degli esponenti di maggiore spicco di un clan, è in carcere eppure gli è stato assegnato un alloggio popolare.

È accaduto ad Avellino ed il soggetto in questione è Carlo Dello Russo finito in carcere a seguito dell’operazione della Dia contro il Nuovo Clan Partenio.



    Gli uffici del settore politiche abitative e patrimonio del comune di Avellino, dopo aver verificato l’effettiva presenza dei requisiti necessari, hanno accolto la richiesta di sanatoria avanzata dal 45enne, considerato dagli inquirenti il braccio destro dei fratelli Galdieri.

    Dello Russo è finito nel carcere di Agrigento nell’ottobre 2019 ma alla fine del 2020 è stata fatta richiesta di sanatoria sfruttando l’opportunità per legittimare la sua residenza all’interno di un alloggio popolare di contrada Quattrograna Ovest che occupava abusivamente dal 2016. Dal Comune fanno sapere che, ovviamente, l’Ente ha regolarizzato a seguito del verbale positivo della commissione e che pur essendo necessario procedere alle verifiche dei requisiti a campione il comune le ha fatte tutte; compresi casellari giudiziari.

    Carlo Dello Russo ha dimostrato al Comune di avere i requisiti per sanare la sua posizione, presentando un reddito Isee pari a zero e certificando di non aver condanne penali passate in giudicato per delitti non colposi per i quali è prevista la pena detentiva non inferiore a sette anni. Questo perché nel processo nei suoi confronti e del clan Partenio non si è ancora arrivati alla sentenza di primo grado.

    “Chiediamo al Comune di Avellino di rivedere questa decisione. Seppur egli rientra nei requisiti di reddito e sul suo capo non pendano ancora accuse definitive per associazione mafiosa, si tratta pur sempre, come è chiaro agli inquirenti, di un esponente di spicco di un clan che tra l’altro quell’alloggio lo ha occupato abusivamente per anni. Dargli addirittura un premio, ci sembra, sinceramente, assurdo.”– ha dichiarato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Nel corso della trasmissione "Si Gonfia la Rete" condotta da Raffaele Auriemma su Radio Crc, è intervenuto Massimo Nenci, ex preparatore dei portieri del Napoli, offrendo interessanti riflessioni sul passato, il presente e il futuro della squadra partenopea. Nenci ha iniziato analizzando il successo passato del Napoli. "Il Napoli era...
    "Mi definisco determinato". Così Victor Osimhen, attaccante del Napoli, che a Betsson Sport ha riflettuto sul suo percorso calcistico. "Sono quel tipo di persona che non si arrende mai, in qualsiasi circostanza mi trovo. Cerco sempre di impegnarmi al massimo per raggiungere quello che mi sono prefissato". La stagione appena...
    Durante la XXXII Assemblea Nazionale dell'Associazione antiracket “SOS Impresa Rete per la legalità”, tenutasi a Patti, nel contesto della provincia di Messina, Salvatore Di Matteo è stato insignito del Premio per la Legalità. Di Matteo, un rinomato maestro pizzaiolo napoletano, è stato premiato per il coraggio dimostrato nel denunciare la...
    Ospiti, eventi e mostre dell’International Pop Culture Festival Dopo aver segnato un nuovo primato di presenze nel 2023 con oltre 170.000 visitatori, COMICON - International Pop Culture Festival torna alla Mostra d’Oltremare di Napoli dal 25 al 28 aprile 2024 con la XXIV edizione che promette di raggiungere nuovi record...

    IN PRIMO PIANO