A Pomigliano il 28 ottobre le finali regionali dell’Hackathon

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Pomigliano il 28 ottobre le finali regionali dell’Hackathon. Il progetto nazionale teso a promuovere l’adozione delle metodologie didattiche innovative da parte delle scuole secondarie di secondo grado

Si è tenuta oggi presso l’Aula Consiliare della Casa Comunale di Pomigliano d’Arco la conferenza stampa di presentazione delle finali regionali dell’Hackathon #HUBSTEAM.

Il progetto nazionale teso a promuovere l’adozione delle metodologie didattiche innovative da parte delle scuole secondarie di secondo grado, con particolare riferimento alla didattica digitale e alle discipline STEAM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Arti e Matematica), finalizzate all’apprendimento attivo e cooperativo e al benessere relazionale, organizzato dall’ISIS Europa di Pomigliano d’Arco con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Pomigliano d’Arco e che si svolgerà il 28 ottobre 2022 presso l’ITI E. Barsanti di Pomigliano d’Arco.

    Alla conferenza stampa sono intervenuti: Angela Comparone, Preside ISIS EUROPA; Mario Rosario Ponsiglione, Preside ITI E. Barsanti; Anna Fiore, Assessore Istruzione, Politiche Giovanili, Sport E Pari Opportunità Di Pomigliano D’Arco; Salvatore Esposito Assessore Politiche Sociali e Lavoro di Pomigliano d’Arco.

    Ha concluso la presentazione Gianluca Del Mastro, Sindaco di Pomigliano d’Arco. L’Hackathon (neologismo derivante dai termini “hacker” e “marathon”), è un evento durante il quale i partecipanti, divisi in 13 gruppi, lavorano alla risoluzione di una determinata sfida o richiesta lanciata da uno o più soggetti attivi sul territorio, elaborando in poco tempo prototipi, proposte o servizi innovativi in risposta a problemi o bisogni specifici. Normalmente, nella fase di ideazione e sviluppo della soluzione i team vengono affiancati da mentor ed esperti. A conclusione dell’evento, il progetto viene presentato davanti a una giuria appositamente convocata che valuta e premia la proposta ritenuta più idonea.

    L’Hackathon vedrà la partecipazione dei team di studenti e studentesse provenienti dalle scuole della Campania:

    Liceo Statale “E. Medi” Cicciano
    2 L.Colombo Marigliano Campania

    3 ISS “M. Rossi Doria” Marigliano (Na)

    4 ITT Marie Curie Napoli

    5 Liceo Mons. B. Mangino (1° team) Pagani

    6 Isis Europa – 2° Team Pomigliano D’arco

    8 Liceo Classico ” T. Tasso” Salerno

    9 Liceo Scientifico” Montalcini-Ferraris” Saviano

    10 IISSS Eugenio Pantaleo Torre Del Greco (Na)

    11 Is. Itcg-Ls Leonardo Da Vinci Poggiomarino(Na)

    12 ITI Barsanti Pomigliano D’Arco (NA)

    13 Liceo Mons. B. Mangino (2° team) Pagani

    Nella fase di preparazione del progetto finale i team saranno affiancati da esperti del calibro di:

    – dott. Gabriele Granato founder 3do – presidente FARE DIGITALE

    – dott. Gennaro Tesone CGO& GROUP CCO MARE GROUP

    – dott. Armando Aruta Referente J.A. SUD ITALIA

    – dott. Crescenzo Rossi amministratore imprenditore

    – dott. Fernando Pintus CEO WIPLAB

    – prof.ssa Cinzia Clemente Istituto Superiore IIS Lombardi – Airola (CE)

    – prof.re Francesco D’Onofrio Istituto Superiore IIS Lombardi – Airola (CE)

    – prof. Siciliano Antonio, dirigente in quiescenza presso MIUR

    Le proposte finali saranno valutate da una giuria composta da:

    – Presidente dott.ssa Lucia Fortini, Assessore alle Politiche Educative Regione Campania

    – Prof.re Lorenzo Capobianco, Professore Associato Dipartimento di Architettura e Disegno industriale – Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

    – Dott.ssa Nevia Crispino, Chief Human Resources Officer presso ALA – Advanced Logistics for Aerospace

    – Prof.ssa Fabrizia Ippolito, Professore Associato Dipartimento di Architettura e Disegno industriale – Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

    – Prof.re Claudio Mola, Dirigente Scolastico Liceo Statale Braucci – Caivano

    Il team premiato parteciperà all’Hackathon nazionale che si terrà il 15 dicembre a Lucca.

    #HUBSTEAM è un progetto finanziato dal Ministero dell’Istruzione, ideato da una rete di sei scuole, esperte nell’utilizzo di metodologie didattiche innovative e nella progettazione e gestione di progetti nazionali e internazionali e fondatrici del Movimento delle Avanguardie Educative: l’ISI “S. Pertini” di Lucca, scuola capofila, l’IIS “L. Pacioli” di Crema, il Liceo “A. Bertolucci” di Parma, l’ITE “E. Tosi” di Busto Arsizio, l’IIS “Savoia-Benincasa” di Ancona e l’ISIS “Europa” di Pomigliano d’Arco che, ad oggi, sono anche scuole polo regionali del movimento.

    L’obiettivo principale del progetto è quello di far sperimentare la metodologia STEAM attraverso percorsi laboratoriali di design thinking ed eventi di changemaking.

    Il coordinamento degli hackathon e il supporto organizzativo sono a cura di CASCO, Centro per l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Villa Literno, tra le vittime c’è anche un ex concorrente de Il Collegio

    Il 24enne Dimitri Tammaro Iannone originario dell'Ucraina

    Napoli, 22enne seduto al bar di Porta Capuana con un revolver: arrestato

    Dovrà spiegare al magistrato i motivi del possesso di un revolver mentre si trovava seduto ai tavolini di un bar nei pressi di piazza Capuana il 22enne napoletano arrestato questa notte dai Falchi della Squadra mobile di Napoli. Il giovane ha commesso l'errore di alzarsi e allontanarsi in fretta alla...

    CRONACA NAPOLI