A Palma Campania arsenale in casa: arrestato 28enne

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Palma Campania blitz dei Carabinieri del nucleo investigativo di castello di cisterna che insieme ai militari della locale stazione hanno arrestato Vincenzo Albano, 28enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

La perquisizione in tarda serata e quando i Carabinieri hanno bussato al grosso portone in legno che dà all’appartamento del centro cittadino per l’uomo c’era poco da fare.

Rinvenuti e sequestrati una revolver calibro 38 special, una revolver calibro 38, una pistola semiautomatica 9×21, un’altra pistola calibro 7,65 e ben 852 munizioni di vario calibro.
Quattro pistole erano nascoste sotto al letto del 28enne mentre la quinta era nel vano sotto la sella della moto dell’uomo parcheggiata sotto casa.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, pistole a casa di un insospettabile: arrestato

    Un arsenale di tutto rispetto e sul quale sono in corso accertamenti per verificare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti. L’uomo è in carcere e risponderà di detenzione illegale di armi clandestine, di armi comuni da sparo, di munizionamento e ricettazione



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

    La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE