Fermato l’assassino del prof di Melito

SULLO STESSO ARGOMENTO

La Procura di Napoli Nord, coordinata dal procuratore Maria Antonietta Troncone, ha sottoposto a fermo un collaboratore scolastico nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Marcello Toscano.

L’insegnante di sostegno di 64 anni era stato trovato l’altra sera senza vita dai carabinieri in un’aiuola della scuola “Marino Guarano” di Melito. Al fermato – lungamente ascoltato dagli inquirenti – viene contestato il reato di omicidio. L’uomo è stato trasferito nel carcere di Poggioreale, in attesa dell’udienza di convalida. Al vaglio degli investigatori il movente che potrebbe spiegare l’omicidio del 64enne.

La preside Marina Riccio e tutto il personale scolastico della scuola Marino Guarano di Melito di Napoli partecipano con dolore al lutto della famiglia del collega Marcello Toscano, mancato ieri all’affetto dei suoi cari in circostanze tragiche.



    Fermato l’assassino del prof di Melito, la preside: Siamo indignati e sconvolti per l’accaduto”

    “Siamo indignati e sconvolti per l’accaduto. Marcello era un uomo generoso, un docente amato, un padre presente, un marito attento” – commenta la Preside, Marina Riccio – “Un episodio così brutale nella nostra comunità scolastica ci lascia costernati; siamo fiduciosi nell’operato delle Forze dell’Ordine e preghiamo affinché i colpevoli vengano prontamente rintracciati e processati.”

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Prof ucciso a Melito: sospettato sentito in caserma

    “Ogni giorno,” ribadisce la Preside della Marino Guarano, “ci battiamo per arginare la violenza e ci impegniamo nel portare avanti la cultura della legalità e del rispetto tra i nostri alunni e nel nostro quartiere; e continueremo con sempre più alacrità affinché episodi del genere diventino inammissibili.”




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Quirinale 5.0: la sede del Presidente della Repubblica diventa digitale

    L’Agenzia del Demanio e il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica realizzeranno il progetto “Quirinale 5.0”, con lo scopo di conservare e valorizzare uno complesso immobiliare unico al mondo, espressione della storia della Repubblica italiana. Il progetto prevede la digitalizzazione di tutti gli uffici, sale di rappresentanza, beni di importanza storico-artistica presenti presso la sede del Presidente della Repubblica, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative, tra cui la BIM – Building information modeling, indispensabile per precisi...

    Ischia, il giallo di Antonella Di Massa: sarebbe morta ieri. E’ omicidio o suicidio?

    La 51enne di Casamiccola era scomparsa da 12 giorni: ma da un primo esame sul cadavere sarebbe morta ieri. Cosa ha fatto per 11 giorni?

    Nuova condanna per Fabrizio Corona: diffamazione a Wanda Nara e Brozovic

    Fabrizio Corona è stato condannato dal Tribunale di Milano a pagare una sanzione di 1.500 euro per diffamazione nei confronti di Marcelo Brozovic e Wanda Nara. Il tribunale ha anche stabilito un risarcimento di 5.000 euro per Brozovic e 7.500 euro per Nara. La questione si riferisce a un articolo pubblicato nel febbraio 2019 su "The King Corona Magazine" riguardante un presunto flirt tra Wanda Nara e il calciatore croato, all'epoca al Inter. Nell'articolo si faceva...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE