Caivano, identificate l’autrice e la vittima dell’aggressione del taglio di capelli di diretta

Sarebbero delle note tik-toker coinvolte nella rissa dell’8 marzo a La Lanterna: una è di #Caivano l’altra delle Case Nuove a Napoli

caivano taglio capelli
foto dal web

. Ha fatto il giro dei social un video agghiacciante, che molti utenti hanno segnalato al consigliere di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli il quale ha sporto immediatamente denuncia, di una donna aggredita dopo una discussione che sarebbe avvenuta sui social. Alla malcapitata le vengono tagliati i capelli in diretta social.

L’aggreditrice, secondo quanto è stato ricostruito, sarebbe una nota tik-toker di Caivano, già salita agli onori delle cronache per il vergognoso episodio della rissa al ristorante La Lanterna di Villaricca dello scorso 8 marzo. In quell’occasione la donna dopo aver ricevuto una spinta, o meglio dopo aver ricevuto quella che lei pensava fosse una spinta, ha aggredito la malcapitata di turno scaraventandola a terra e tirandole i capelli.

Proprio quest’ultima, residente alle Casenuove, sembrerebbe essere la vittima nell’ultima filmato. Infatti, dopo gli avvenimenti dell’8 marzo, le due donne si sarebbero fatte la guerra sui social a suon di minacce, volgarità ed espressioni ’rubate’ alla criminalità organizzata.

Gli scontri ed i battibecchi sui social sarebbero poi sfociati in quella assurda aggressione con il taglio dei capelli in diretta.

“Dopo le nostre denunce, l’autrice dell’aggressione sarebbe stata già identificata. Anche la ‘vittima’ sarebbe stata identificata. In ogni caso parliamo di soggetti inclini alla violenza, verbale fisica, che utilizzano metodi para-criminali, come dimostra la cronaca e i loro video sui social.

LEGGI ANCHE  Caivano, blitz al Parco Verde: 2 arresti e migliaia di euro sequestrati

Da tempo, ormai, denunciamo la deriva culturale e social che ha preso il sopravvento su alcune piattaforme social. Ci sono troppi soggetti che promuovono violenza e criminale sul web e molto spesso queste manifestazioni violente e criminali prendono vita nella realtà.

Siamo davvero preoccupatissimi, le Autorità devono assolutamente intervenire anche perché in queste ‘guerre’ tra tik-toker della mala a farne le spese potrebbero essere, come è già capito, la gente perbene.”- è il commento di Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

28 Aprile 2022 @ 13:40 / Cronache della Campania