‘A puteca de’ suonne perdute’, miti e leggende napoletane rivisti attraverso una narrazione contemporanea, al Teatro Tram fino al 9 gennaio 2022.




A puteca de’ suonne perdute” ha iniziato il suo percorso in scena al di via Port’Alba a Napoli pochi giorni prima del Natale e da domani torna sul palco per altre due settimane, fino al 9 gennaio 2022.

Miti e leggende napoletane rivisti attraverso una narrazione contemporanea che non li snatura ma anzi, li esalta in una voce corale fatta di magia e atmosfera fiabesca: dal Munaciello al Principe di Sansevero ispirandosi a grandi testi come quelli di Benedetto Croce e Matilde Serao.

Il regista Diego Sommaripa ha immaginato un viaggio suggestivo tra le leggende, le storie, i racconti di Napoli. Un cast ricchissimo – con molte sorprese – dà vita a uno spettacolo intrigante, ricco di musiche e momenti divertenti.

Sogni perduti nel tempo, storie dimenticate, da ritrovare e riportare in vita attraverso stratagemmi narrativi che sanno mediare tra tradizione e contemporaneità: il palcoscenico della sala di via Port’Alba si trasforma in una bottega d’artigianato, dove si restaurano oggetti vecchi, a volte abbandonati, a volte preziosi. Ma nel processo di restauro qualcosa si perde: non è l’originale che torna in vita, ma qualcosa di nuovo, un po’ antico e un po’ moderno.

Ed è ciò che accade in scena: personaggi come il Principe di Sansevero, Colapesce, Maria la Rossa (la strega di Portalba), il Munaciello e altri ancora emergono dal passato di Napoli e diventano creature del presente. I protagonisti della tradizione prendono vita e forma come in un circo, come nella vita, per uno spettacolo che è tutto da scoprire, da ridere, da sognare.

In questo contenitore lo spettatore potrà rivivere, attraverso licenze poetiche, falsi storici e adattamenti romanzati, miti e leggende della tradizione della nostra Terra: Maria La Rossa la strega di Portalba, Il Principe di Sansevero , La Leggenda di Colapesce, Il Munaciello e La Regina Giovanna, fino ad arrivare a un epilogo che porterà il pubblico in una sospensione tra il sogno e la realtà.

Il cast sarà molto “eclettico”: sul palco, Vittorio Passaro, Diego Sommaripa con la partecipazione di Sergio Di Paola (dal 6 gennaio al suo posto Adriano Falivene) e con il giovanissimo Emanuel Mauriello (in scena fino al 26; dal 27 al 30 dicembre il suo ruolo sarà interpretato da Mario Trimaldi). Le figure femminili sono interpretate da Laura Pagliara (fino al 26 dicembre), Diletta Acanfora (27-28-29-30 dicembre), Nicoletta D’Addio (6-7-8-9 gennaio).

Il rispetta le norme anti-covid, con accesso ai soli spettatori muniti di Super green pass.



Chiama il 117 per chiedere aiuto, i finanzieri in soccorso di un anziano solo e invalido

Notizia precedente

Fedez e Ferragni positivi al covid: “Siamo asintomatici”

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..