Napoli, pistola e droga nascoste tra il materiale di risulta in strada

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Ieri mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, hanno effettuato un controllo in uno stabile abbandonato in vico Zite a Lavinaio dove hanno rinvenuto, tra alcuni cumuli di materiale di risulta, una pistola calibro 7.65 con matricola abrasa, 38 proiettili di diverso calibro, due involucri contenenti 90 grammi circa di cocaina e un bilancino che sono stati sequestrati.

Nello stesso pomeriggio i poliziotti, nel transitare in piazza Santa Maria della Fede, hanno notato un uomo che, in cambio di una banconota, ha consegnato qualcosa a una persona e, alla loro vista, i due si sono dati alla fuga.

Gli operatori, dopo un lungo inseguimento a piedi terminato in via Santa Maria Avvocata, hanno raggiunto e, non senza difficoltà, bloccato lo spacciatore trovandolo in possesso di 4 bustine contenenti 5 grammi circa di marijuana, un bilancino, un cellulare e 70 euro; inoltre, nella sua abitazione hanno rinvenuto altri 3 grammi circa della stessa sostanza e materiale per il confezionamento della droga.

    Hassan Smaihry, 42enne marocchino con precedenti di polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e per resistenza a Pubblico Ufficiale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE