Napoli. Custodia cautelare nei confronti di , legato al clan Contini, gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Oggi infatti la Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di di 54 anni gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

ADS

Il provvedimento cautelare ha ad oggetto un tentativo di estorsione posto in essere ai danni di un cittadino extracomunitario, gestore con la moglie di una rivendita di prodotti etnici ubicata nel .

Le indagini, avviate il 9 dicembre 2019, a seguito del ferimento del negoziante a colpi di arma da fuoco, hanno consentito di attribuire a Raffaele Aida le condotte estorsive poste in essere nelle settimane precedenti l’ armata, con metodi tipicamente mafiosi, correlati all’agire in quella zona cittadina dell’associazione camorristica Contini-Bosti, come noto parte del cartello criminale denominato .



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Blackjack o “21”: il regolamento, le tipologie e le altre caratteristiche

Notizia precedente

Maltempo, parchi e cimiteri chiusi a Napoli ma scuole aperte

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..