si è spento questa notte, all’età di 81 anni, era il fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum.

Ne danno il triste annuncio la Lina Tombolato e i figli Sara e Massimo. “Tutti i family banker, i dipendenti e i collaboratori di Banca Mediolanum – si legge in una nota del gruppo – si stringono uniti e partecipi attorno alla famiglia Doris e, con enorme commozione, rendono omaggio a Ennio Doris, grande uomo e straordinario imprenditore”.

ADS

Ennio Doris – nato a Tombolo, nel padovano, il 3 luglio del 1940 – per oltre quarant’anni è stato indiscusso protagonista della grande finanza italiana nonché imprenditore, banchiere e fondatore di Banca Mediolanum. Nel 1992 gli viene conferita l’Onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nel 2002 quella di Cavaliere del Lavoro.

Dal 1996 è stato amministratore delegato di Mediolanum, holding del Gruppo, sino al 2015, anno della fusione per incorporazione in Banca Mediolanum. Fino a allo scorso 3 novembre, ha ricoperto la carica di presidente di Banca Mediolanum, giorno nel quale è stato nominato presidente onorario. Dal 2000 al 2012 ha ricoperto la carica di consigliere in Mediobanca e di Banca Esperia. Sposato dal 1966 con Lina Tombolato, lascia due figli – Massimo e Sara – e sette nipoti: Agnese, Alberto, Anna, Aqua, Davide, Luna Chiara e Sara Viola.



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Corruzione per gli appalti alla provincia di Benevento: 18 misure cautelari

Notizia precedente

Brusciano, presi 2 pusher: avevano un market della droga

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..