Dal 2 al 5 dicembre debutta ‘Nella bottega di Caravaggio’ al Teatro Tram di #Napoli.






Torna in scena l’arte al di Napoli, da sempre impegnato a portare sul palco le vite dei grandi pittori, e questa settimana è la volta del genio seicentesco di Michelangelo Merisi.

Dal 2 al 5 dicembre debutta infatti “”, un percorso negli anni napoletani del grande pittore tratto dall’omonimo racconto di Raffaele Messina, scrittore e critico letterario, edito da Colonnese. In scena Peppe Celentano – che ne cura anche la regia -, Gabriella Cerino, Gennaro Monti, Danilo Rovani, Sonia De Rosa, Enrico Disegni e Roberta Lista.

La storia è ambientata durante il soggiorno partenopeo di Caravaggio, tra il 1606 e il 1607, prima della fuga verso Malta. Come un lampo sulla vita del pittore, il testo si concentra su Minichiello, garzone nella bottega dell’artista, impegnato a raffigurare le Sette opere di Misericordia. Il ragazzino s’incanta a guardare il maestro che, come un mago, prepara i colori con i materiali più strani, e sogna di rubargli presto il mestiere. Ma tra quelle tele prende corpo anche una tragedia. La messa in scena immagina l’interiorità del grande pittore, anche nei suoi tratti furiosi e pur sempre geniali, osservandolo attraverso gli occhi di un giovane da lui preso a bottega.

La figura di Michelangelo Merisi ha sempre esercitato un grande fascino su studiosi, scrittori e semplici appassionati di pittura probabilmente a causa dell’esplosivo mix tra un talento inarrivabile, un carattere difficile e una vita piena di episodi rocamboleschi – spiega Peppe Celentano –. Quando due anni fa lo scrittore Raffaele Messina presentò sui social l’uscita del suo racconto Nella Bottega di Caravaggio, senza nemmeno leggerlo decisi di farne una pièce teatrale e proposi all’amico Messina di scriverlo a quattro mani. L’allestimento è stato una conseguenza naturale. Pittura, tradizione, musica, attualità. L’obiettivo principale di questa messa in scena è di dare vita a una storia verosimile e suggestiva”.

Il rispetta le norme anti-covid, con accesso ai soli spettatori muniti di green pass.

 


III edizione del Giffoni Jazz Festival

Notizia precedente

Napoli, farmaci irregolari recuperati dalla polizia

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..