Dopo due anni di avanzamento a singhiozzo, finalmente riparte il Magma Teatro: sabato 6 novembre, alle ore 21,00, e domenica 7 alle ore 18,30 va in scena lo spettacolo “” Non ho ucciso Umberto. Ho ucciso il Re. Ho ucciso un principio.

Lo spettacolo racconta la storia di Gaetano Bresci, l’anarchico regicida che il 29 luglio 1900 colpì a morte Umberto I, re d’Italia, e ne racconta la vita attraverso la scelta di un linguaggio favolistico.

ADS

La vicenda infatti si intreccia con A toccare il naso del re, racconto breve di Gianni Rodari, ed è proprio attraverso la dimensione del gioco che Gaetano arriva a determinare la sua crescita umana e politica. Toccare i nasi dei grandi prima, e dei potenti dopo, diventa il piccolo atto rivoluzionario attraverso il quale Gaetano, ancora giovanissimo, sente di poter annullare ogni distinzione di classe, in quanto sfiorare la carne altrui sottolinea quanto le differenze tra gli uomini non hanno ragione di esistere.

LEGGI ANCHE  A Napoli 2 donne rapinate e ferite: una è grave

A poco a poco scopriamo che Gaetano è sì un rivoluzionario, ma atipico, e alla ricerca costante di un equilibrio che possa conciliare i dogmi politici con la sua straripante passionalità.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Ddl Zan, salta l’esame degli articoli ed emendamenti: bloccato l’iter

Notizia precedente

Trianon Viviani, le storie di ‘Sirene, signore e signorine’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..