Vincenzo ha incontrato, a Palazzo Santa Lucia, gli attori e i protagonisti della serie di RaiTre ‘‘, che festeggia le nozze d’argento di messa in onda.

Sono felice che, grazie al vostro impegno, questa serie televisiva abbia avuto la forza di trasmettere un’immagine di e del nostro territorio realistica. Ci sono tanti modi per falsare una realtà, uno di questi è raccontare le mezze verità. Voi – ha detto De Luca – non avete occultato i problemi di Napoli, le contraddizioni che viviamo quotidianamente, ma avete fornito un quadro completo della città, nel bene e nel male. A si può trovare il meglio e il peggio che c’è al mondo, possiamo trovare elementi di disumanità, di aggressività, ma anche la grande umanità, la grande storia, la grande cultura e questo mi interessa: trasmettere un’immagine realistica e veritiera con le sue luci e le sue ombre.

ADS

“Purtroppo – ha proseguito – abbiamo pagato dei prezzi molto alti alla diffusione di un’immagine unilaterale di Napoli. Abbiamo avuto dei danni pesanti perché, per un lungo periodo e in qualche occasione anche oggi, è la paura, la violenza, la camorra e, alla fine, si è perduta quella che è l’anima di Napoli, la sua umanità unica al mondo e questo non va bene. Voi, con questa produzione, siete la migliore testimonianza di questa città a due facce, 25 anni testimoniano una capacità organizzativa e di rigore nel lavoro che non so quante altre realtà d’Italia avrebbero saputo svolgere. Avete dimostrato, con la vostra attività, che davvero siamo una realtà nella quale si è capaci di grande rigore e di grande serietà“.

LEGGI ANCHE  "Sei un morto che cammina", lettera choc al sindaco di Monteforte Irpino

Siamo in un Paese di squinternati nel quale parlare di cose popolari ti porta a fare i conti con i radical chic, con gli intellettuali della domenica. Complimenti per aver avuto il coraggio di fare un prodotto popolare, capace di parlare alle persone in carne e ossa, alle famiglie e – ha concluso De Luca – avete persino favorito processi di semplice socializzazione. Non è una piccola cosa creare una sorta di comunità come quella che avete creato“.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

‘Salerno Classica’, prima edizione

Notizia precedente

Branco di delfini avvistati dall’area marina protetta Punta Campanella

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..