avellino



Avellino. Un incendio, con molta probabilità di natura dolosa, si e’ sviluppato la scorsa notte a Montefredane, in un deposito di autoarticolati di un’azienda di trasporti in via Provinciale, frazione Arcella.

Decine le telefonate giunte alla sala operativa del Comando dei Vigili del fuoco di , che ha inviato sul posto due squadre supportate da quattro autobotti. A seguire sono intervenute anche le squadre dei distaccamenti di Montella e Grottaminarda, e altre due squadre dai comandi di Benevento e Salerno.

ADS

Alla fine sono dodici i pesanti automezzi rimasti coinvolti dalle fiamme di cui sei carichi. Lunghe e complesse le operazioni di spegnimento, seguite direttamente sul posto dal comandante Mario Bellizzi. La messa in sicurezza dell’intera area e’ ancora in corso. 

Sei dei tir distrutti erano carichi. L’incendio, che si ritiene di natura dolosa, e’ divampato nel deposito dell’azienda privata di trasporti Baco Trans. Non si segnalano feriti. L’ ha avviato il monitoraggio ambientale in seguito alla nube di fumo che ha interessato per ore l’intera zona del Nucleo industriale di Avellino.

Il sindaco di Montefredane, con una ordinanza, ha disposto la chiusura di tutte le scuole nella giornata di domani, il divieto di frequentare giardini e strutture sportive all’aperto e quello di raccolta dei prodotti agricoli. Indagini in corso da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Avellino.

LEGGI ANCHE  Gattuso ritrova Insigne e riporta Hysaj a sinistra e Demme al centro. LE FORMAZIONI

Il Dipartimento Provinciale dell’ di ha già provveduto a installare un campionatore ad alto flusso per la determinazione della concentrazione di diossine e furani aerodispersi. I risultati delle attività in corso saranno pubblicati non appena disponibili.

Per completare il quadro informativo derivante dalla strumentazione posizionata nei pressi del sito dell’incendio, potranno essere utilizzati anche i risultati forniti dalle stazioni fisse della rete di monitoraggio stabilmente operativa sul territorio.

Il consigliere della Regione Campania per Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, in una nota afferma: “L’incendio di sabato notte a Montefredane è l’ennesimo disastro ambientale in Campania in poche settimane. Chiediamo indagini approfondite per stabilire la matrice di questo rogo e, soprattutto, un intervento celere all’ per definire le sostanze tossiche immesse nell’aria. E’ il terzo rogo in un’azienda campana in un mese dopo quello nell’area industriale di metà settembre a Carinaro e il maxi incendio di Airola di qualche giorno fa. La situazione è preoccupante, occorre capire bene cosa sta accadendo perché, a pagarne le spese, sono i nostri polmoni”



Esperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E' stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana.

La Juve Stabia di Novellino in caduta libera: sconfitta anche in casa

Notizia precedente

Napoli, pugni e calci alla moglie: arrestato

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..