Napoli



Napoli. Ha detto alla polizia che lo ha interrogato in ospedale di aver reagito a un tentativo di rapina e per questo che era stato ferito a colpi di pistola alle gambe.

Ma gli agenti del commissariato di Secondigliano, che indagano sul caso, non credono alla versione fornita dal pregiudicato Gennaro De Stefano 28 anni, centrato alle gambe da due proiettili. L’episodio sarebbe avvenuto in via Della Bussola a san Pietro a Patierno, dove abita il giovane pregiudicato.

[the_ad_group id=”289023″]

[the_ad_group id=”289025″]

la polizia ha anche fatto un sopralluogo nella zona indicata alla ricerca di bossoli e tracce ematiche. Il giovane è arrivato all’ospedale Cto da solo e mentre i medici hanno iniziato a tamponare le ferite prima dell’operazione hanno anche avvertito  il commissariato di polizia.

LEGGI ANCHE  Maltempo: allerta gialla domani in Campania

Gli investigatori stanno cercando di accertare la veridicità della versione fornita dal ferito anche perché la zona è al centro di uno scontro tra i clan Grimaldi e Maione, ormai da tempo egemoni nel rione. E per questo che vogliono capire eventuali legami del ferito con le cosche camorristiche.


Google News

Napoli, rapina Rolex in trasferta: preso anche l’ultimo della banda

Notizia precedente

Napoli, anziana vince 500mila euro al Gratta e Vinci e il tabaccaio fugge con il biglietto

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..