avellino



Avellino. Nelle scorse settimane erano stati sollecitati a vaccinarsi per evitare la sospensione dall’incarico. L’8 agosto scorso l’Asl di Avellino aveva individuato 30 dipendenti, tra medici, infermieri, paramedici e personale amministrativo a contatto con il pubblico, che non avevano ricevuto neppure una dose di vaccino.

La procedura, che scatta da oggi, prevede un termine per adempiere all’obbligo e a oggi sono 10 i dipendenti tra il personale medico e sanitario a non aver ricevuto il vaccino anti covid. Di qui la decisione del manager dell’Asl Av1 Maria Morgante di sospendere fino alla fine del 2021 chi si ostini a rifiutare la somministrazione del vaccino. Chi non ha risposto alle sollecitazioni nei giorni scorsi subira’ la sospensione dello stipendio, fino a nuove disposizioni .

LEGGI ANCHE  E' arrivato Apple One in Italia, abbonamento all-in-one di tutti i servizi della Apple

“Noi dobbiamo fare tutto cio’ che e’ in nostro potere – spiega Morgante – per tutelare in primis l’interesse pubblico. Il vaccino e’ uno strumento di civilta’ e di tutela della salute pubblica”.


Google News

Petagna: “Con la Juve serata magica. Scudetto? Non ci nascondiamo”

Notizia precedente

Il sottosegretario Sasso: “Già assunti 60mila docenti”

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..


Ti potrebbe interessare..